Piano Triennale Offerta Formativa, guida Ministero: superamento organico di diritto e di fatto, posti comuni e potenziamento. Scarica la nota

Orizzonte_logo14

di Anselmo Penna  Orizzonte Scuola,   11.12.2015.  

PTOF3

Il Ministero dell’istruzione ha fornito delle indicazioni sull’elaborazione del PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa) che dovrà essere approvato entro il 16 gennaio.

Nessun format rigido che “ingabbi” l’autonomia progettuale delle scuole, questo l’esordio del documento che contiene soltando delle linee guida.

La nota dà indicazioni su quali aspetti devono entrare a far parte del PTOF e dà dei suggerimenti su alcuni aspetti fondamentali.

Innanzitutto, l’autovalutazione, le priorità, i traguardi, gli obiettivi che si è posta la scuola. L’elaborazione del PTOF dovrà, quindi, ricercare coerenza con il rapporto di autovalutazione e di miglioramento con le azioni da perseguire.

Altro aspetto l’ascolto degli attori interessati, dagli studenti, alle famiglie, al territorio. Quindi la flessibilità della didattica, che va da una riformulazione dell’orario classico, all’integrazione tra discipline e programmazioni plurisettimanali.

Sugli organici, in particolare, il Ministero ribadisce l’obiettivo di superare la distinzione tra l’organico di diritto e di fatto,  ma chiede alle scuole di andare oltre una formale distinzione tra posti comuni e di potenziamento, che dovranno gradualmente integrarsi.

La previsione del fabbisogno di organico nel PTOF dovrà tenere conto anche delle necessità legate alle supplenze, ma dando priorità all’attività progettuale.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl