Quota 96, previsto pensionamento nel DDL 2958. Necessario nuovo censimento

Orizzonte_logo14

  Orizzonte Scuola  28.4.2015

Quota-96-5a

I Quota 96 potrebbero avere una nuova speranza nel maxi disegno di legge del Partito Democratico che sulla settima salvaguardia, il DDL 2958.

I Quota si trovano all’articolo 1, comma 1, lettera b), con il quale si ripropone la modifica che pone fine all’annosa vicenda del personale della scuola rimasto in servizio a seguito di una svista nella legge Fornero.

Tra le questioni che fino ad oggi hanno impedito la risoluzione del problema, c’è quella finanziaria. Il DDL affronta la questione, mettendo in evidenza come sia difficile “prevedere l’onere rispetto alla quantificazione di 4.000 soggetti interessati rilevata nel 2012 perché va valutato quanti siano andati in pensione a settembre 2013 o 2014 e sembra che circa 1.000 insegnanti abbiano potuto essere inseriti nella IV e nella VI salvaguardia per aver assistito familiari disabili nel 2011”. Insomma, urgerebbe, secondo il testo, un nuovo censimento per determinare il numero esatto e quantificare la portata economica del provvedimento.

Ecco il testo dell’articolo che pensionerebbe i Quota 96 del 2012. “1) all’alinea, dopo le parole: « ad applicarsi » sono inserite le seguenti: « al personale della scuola che ha maturato i requisiti entro l’anno scolastico 2011/2012, ai sensi dell’articolo 59, comma 9, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni, »;”

Il testo del DDL

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl