Elaborazione PSN: le aliquote applicate e i posti divisi per ogni ordine e grado nelle tre fasi 0, A e B

Professionisti_logo1

di  Laura De Gennaro,  Professionisti Scuola Network  3.7.2015.  

ruoli2

Ripartizione-ruoli

PSN ha elaborato le tabelle messe a disposizione dal Miur per le ipotesi di ripartizione dei ruoli ricavando le aliquotesu ciascun ordine e grado e su posto comune e sostegno. I posti, la cui attribuzione secondo le fasi 0, A e B sono riportati nella tabella qui sopra riportata. L’aliquote utilizzate sui posti della fase 0 sono circa 82,6% su sostegno e 73,9% su posto comune e le cui disponibilità sono visualizzabili nelle tabelle elaborate da PSN su ciascun ordine e grado riportano i posti massimi che saranno attribuiti distintamente nelle fasi 0 e A e complessivamente che interesseranno lefasi 0+A+B.
Le tabelle sono state ricavate elaborando i dati forniti dal Miur che ieri ha messo a disposizione una ipotesi (ancora provvisoria) della possibile ripartizione della prima tranche delle assunzioni in ruolo sul turn-over e sui posti di sostegno stabilizzati (Art. 15 DL 104/2013). La tabella contiene anche la ripartizione per le singole classi di concorso e per il sostegno nei vari ordini di scuola. Manca ancora la ripartizione per le arre nella secondaria di II grado.

Questa prima tranche si svolgerà secondo le attuali regole e riguarderà, al 50%, gli inclusi nelle Graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie dei Concorsi (sia del 2012 che di quelle precedenti ancora attive).

Riepiloghiamo di seguito quale dovrebbe essere la sequenza delle assunzioni e le modalità di assegnazione delle sedi sia per il 2015/2016 che con la mobilità del 2016/2017 (qualora il DDL La buona scuola sia approvato definitivamente alla Camera nell’attuale testo) ricordando, come ha anticipato in esclusiva PSN che restano fuori dal piano di assunzioni i posti derivanti dagli spezzoni o autorizzati in organico di fatto che sono circa 60.000 (rapportando la somma degli spezzoni a posti interi). Per questi posti abbiamo ripetutamente chiesto un piano pluriennale di stabilizzazioni che interessi anche gli inclusi nelle graduatorie d’istituto in possesso dei requisiti stabiliti dalla sentenza europea.

Caratteristiche del piano di assunzioni
Le assunzioni “normali” previste per il 2015/2016 (turn-over e posti di sostegno stabilizzati) saranno effettuate entro il 31/08/2015 con le attuali regole: 50% alle GAE e 50% ai Concorsi (tutti). Si tratta di circa 21.880 posti dovuti al turn-over e di 14.747 di sostegno.

Dopo tale fase le graduatorie dei concorsi antecedenti quello del 2012 saranno soppresse.

Successivamente su tutti i posti disponibili in organico di diritto non coperti dalle assunzioni “normali” (si tratta di 10.849 posti liberi già negli anni precedenti a cui si aggiungono tutti quelli non assegnati con le “normali” assunzioni) e sui posti dell’organico aggiuntivo (55.258 tra comuni e sostegno) si procederà alle assunzioni del piano straordinario.
Saranno destinatari delle proposte di assunzione del piano straordinario gli inclusi a pieno titolo nelle GAE e nelle graduatorie dei concorsi del 2012 (compresi gli idonei).
Queste ulteriori assunzioni avverranno in tre fasi, tutte con decorrenza giuridica 1/9/2015. In una prima fase si assumerà su tutti i posti vacanti di organico di diritto rimasti liberi con le attuali procedure nella provincia/regione di inclusione (50% alle GAE e 50% al Concorso). Ai docenti assunti in questa fase sarà assegnata una sede provvisoria. La sede definitiva sarà assegnata con la mobilità 2016/2017.
Nelle due fasi successive si assumerà sui posti dell’organico di diritto non assegnati nella prima fase (per carenza di aspiranti) e sui posti dell’organico aggiuntivo. Tutti gli aspiranti interessati potranno scegliere, in ordine di priorità, tutte le province e optare tra posto comune e sostegno (se specializzati). Gli assunti in queste due fasi avranno una sede provvisoria e con la mobilità 2016/2017 potranno chiedere il trasferimento negli ambiti territoriali a livello nazionale (ma senza avere più una titolarità sede).

Gli inclusi nelle GAE che non dovessero essere assunti  nelle varie fasi (per carenza di posti) restano in graduatoria e negli anni successivi potranno essere assunti sul 50% dei contingenti provinciali.

Procedure previste per le assunzioni

  1. Assunzioni “normali” entro il 31/08/2015
    • Soggetti interessati: gli inclusi a pieno titolo nelle GAE e nelle graduatorie dei concorsi sia 2012 che precedenti.
    • I posti disponibili sono 21.880 posti dovuti al turn-over e di 14.747 di sostegno stabilizzato (Art. 15 DL 104/2013)
    • Le assunzioni avvengono con le attuali regole quindi con la possibilità di opzione tra le diverse proposte e tra sostegno e posto comune
  2. Assunzioni del piano straordinario
    • Soggetti interessati. Gli inclusi a pieno titolo nelle GAE e nelle graduatorie dei concorsi 2012 (compresi gli idonei) che non siano già di ruolo come docenti nella scuola statale.
    • I posti disponibili sono quelli liberi dell’organico di diritto: 10.849 (posti liberi già negli anni precedenti) a cui si aggiungono tutti quelli non assegnati con le “normali” assunzioni (vedi punto 1)
    • Queste assunzioni avvengono in 3 fasi:
  1. nei limiti dei posti liberi nell’organico di diritto i destinatari vengono assunti nella loro provincia (o provincia della regione per il concorso) entro il 15/9/2015 con decorrenza giuridica ed economica, con le attuali procedure (50% e 50%)
  2. quelli che non trovano posto nella fase a) vengono assegnati successivamente a domanda sui posti di O.D. rimasti liberi dopo la fase a) nelle varie province a livello nazionale indicate a domanda ed assunti con decorrenza giuridica 1/9/2015
  3. quelli che non trovano posto neppure nella fase b) vengono assegnati  all’organico aggiuntivo delle varie province a livello nazionale (sempre in base alla stessa domanda) ed assunti con decorrenza giuridica 1/9/2015

Come si sceglie dove e per quale insegnamento essere assunti:

Per ognuna delle fasi b) e c) è prevista la possibilità di scegliere, con procedura informatica, l’ordine di priorità tra tutte le province ed optare tra posto comune o sostegno (se specializzati). Se si è inclusi sia nella graduatoria del Concorso che nelle GAE, si dovrà  scegliere per quale delle due si preferisce concorrere all’assunzione.

Come si procede alle assunzioni nelle fasi b) e c)

L’ordine di assegnazione avviene, sulla base del punteggio posseduto nelle varie graduatorie,  in base all’ordine di priorità delle province indicate e nell’ambito di ciascuna provincia nell’ordine della tipologia di posto a cui si è data la priorità.
In tutte le fasi, gli inclusi nelle graduatorie dei concorsi precedono gli inclusi nelle GAE.

Assegnazione della sede di servizio per 2015/2016

Per gli assunti nella fase “normale” e nella fase a) del piano straordinario, viene assegnata la titolarità nella provincia di assunzione e una sede provvisoria.
Per le fasi b) e c) viene assegnata una sede in via provvisoria (senza alcuna titolarità) al termine di ciascuna delle due fasi.
La decorrenza economica è dal momento del raggiungimento della sede assegnata.
Se al momento dell’assegnazione della sede si ha già in corso una supplenza annuale o fino al termine dell’attività didattica (non temporanea) la sede sarà raggiunta al termine del contratto, ovvero dal 1/9/2016 per le annuali e 1/7/2016 (o dopo gli esami di stato) per quelle fino al termine dell’attività didattica.

Assegnazione della sede e mobilità per il 2016/2017

Gli assunti nel 2015/2016 nella fase “normale” e nella fase a) del piano straordinario potranno chiedere la sede definitiva, assumendo una titolarità di scuola al pari di chi è già di ruolo, nella provincia di assunzione (vedi comma 73).
È prevista una mobilità straordinaria (ma solo da ambito territoriale ad ambito territoriale) di tutti gli assunti entro il 2014/2015, anche in deroga al vincolo triennale, su tutti i posti vacanti dell’organico dell’autonomia, inclusi quelli provvisoriamente assegnati agli aspiranti inclusi nelle GAE nelle fasi b) e c).
Coloro che sono stati assunti nelle fasi b) e c) concorrono, successivamente a quelli assunti entro il 2014/2015, all’assegnazione della titolarità per uno degli ambiti territoriali a livello nazionale.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl