Anno prova neoassunti, facciamo il punto: cosa è stato fatto e cosa si dovrà fare

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 3.1.2017

–  L’anno di prova e formazione dei docenti neo assunti e non è ormai in pieno svolgimento con diverse attività già svolte ed altre avviate.

Il 28 novembre u.s., abbiamo pubblicato il cronoprogramma presentato nel corso della seconda giornata nazionale per i referenti della Formazione Neoassunti 2016/2017, cronoprogramma che riporta le attività, i soggetti coinvolti e la tempistica da rispettare: dalla nomina dei tutor alla valutazione dei neo assunti.

Attività svolte

Il percorso dei docenti in anno di prova, com’è noto, è iniziato con la nomina dei tutor da parte del dirigente scolastico, sentito il collegio dei docenti.

Nominati i tutor, i docenti neo assunti e non sono stati informati dal dirigente scolastico sugli obblighi di servizio e professionali connessi al periodo di prova e formazione e sul percorso da seguire.

All’informativa da parte del dirigente è seguita la redazione, daparte del docente in anno di prova, del bilancio iniziale di competenze, sulla base del quale è stato poi stipulato il Patto di Sviluppo professionale con il DS.

Bilancio iniziale e Patto di sviluppo professionale costituiscono degli atti propedeutici agli incontri formativi organizzati dagli Uffici scolastici provinciali, che sulla base delle esigenze formative dei neo assunti devono organizzare appositi laboratori.

Attività in corso di svolgimento

L’avvio dei suddetti incontri formativi, organizzati dagli UU.SS.PP., è stato previsto per il mese di Dicembre, non tutti gli Uffici però hanno rispettato la tempistica stabilita da cronoprogramma, per cui le attività inizeranno a breve.

Altra attività in corso di svolgimento o che deve essere comunque avviata al rientro dalle vacanze è quella di Peer to Peer, ossia l’osservazione tra pari: neoassunto–>tutor; tutor–> neoassunto.

Dal 5 dicembre, inoltre, è iniziata la formazione online, che accompegnerà i docenti sino al ternine dell’anno di prova e nell’ambito della quale detti insegnanti dovranno produrre il cosiddetto Portfolio professionale, comprendente: la documentazione relativa alla progettazione, realizzazione e valutazione delle attività didattiche; la descrizione del proprio curriculum professionale; il bilancio iniziale delle competenze, il bilancio conclusivo e la previsione di un piano di sviluppo professionale.

Attività da svolgere

Nel mese di maggio sono, infine, previste le seguenti attività: bilancio finale delle competenze e incontro di restituzione presso l’USP o la scuola in cui si sono svolti i laboratori formativi.

Nel mese di giugno, infine, è previsto il colloquio davanti al Comitato di valutazione.

Neoassunti, anno di prova e formazione 2016/17: giorni utili, documenti di rito, portfolio digitale, valutazione finale. E book gratuito

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl