Assegnazioni provvisorie per più province, le scuole si scelgono solo per una provincia, nelle altre si dà disponibilità per tutte le sedi utili. In arrivo FAQ Miur

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola,  22.8.2016

faq-assegnazioni3

– Il Miur vuole integrare le FAQ sulle assegnazioni provvisorie diposte per i docenti assunti nel 2015 nelle fasi B e C da GM 2012 che hanno ottenuto la sede di titolarità in una regione diversa da quella in cui hanno superato il concorso.

Al momento la FAQ è stata trasmessa ai sindacati, che hanno inviato le proprie osservazioni, soprattutto in merito alla mancata scelta delle sedi nelle province scelte con la domanda cartacea, disposizione che aumenterebbe il carico di lavoro degli Uffici Scolastici e che sicuramente non soddisferà i docenti.

Naturalmente vi segnaleremo quando il Miur pubblicherà ufficialmente la FAQ e se ci saranno delle modifiche.

“D. Sono un docente immesso in ruolo nelle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni dalle graduatorie del concorso 2012. Ho ottenuto la sede di titolarità in una regione diversa da quella nella quale ho superato il concorso e ho chiesto l’assegnazione provvisoria in tutte le province della regione nella quale ho superato il concorso, chiedo: nelle domande inviate direttamente agli uffici provinciali quante preferenze di sede posso esprimere? Come verranno trattate poi le domande dagli uffici, secondo quale ordine?

R. Le domande di assegnazione provvisoria per il personale assunto nelle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni dalle graduatorie del concorso 2012 vanno indirizzate tramite istanze on line alla prima provincia della regione nella quale si è superato il concorso, che necessariamente sarà quella dove si registra il requisito per il quale si richiede l’assegnazione provvisoria.

In questa prima domanda sarà possibile indicare le 15 preferenze corrispondenti ai codici scuola o ai codici sintetici di quella provincia.

Nelle altre domande, da inviare direttamente agli uffici provinciali delle rimanenti province della regione, non andranno invece indicate preferenze, in quanto si tratta di una indicazione sintetica di disponibilità per tutte le sedi utili.

Non verranno quindi considerate preferenze puntuali o sintetiche eventualmente inserite nelle domande già inviate direttamente agli uffici.

Le domande verranno valutate autonomamente da ciascun ufficio provinciale, sarà cura del docente che dovesse ricevere più di un’assegnazione comunicare tempestivamente all’Ufficio l’eventuale rinuncia.

E’ comunque garantita l’assegnazione provvisoria disposta sulla provincia per la quale si possiede il requisito.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl