BES. Piano Annuale per l’Inclusività: contenuti e termini di presentazione

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 10.6.2016

inclusione14C

Le Istituzioni scolastiche, secondo quanto stabilito dalla C.M. n. 8 prot. n.561 del 6/3/2013 del MIUR, devono predisporre il Piano Annuale per l’Inclusività (PAI), che è riferito a tutti gli alunni con Bisogni Educativi Speciali.

La redazione di detto Piano deve avvenire al termine di ogni anno scolastico, entro il mese di giugno, ed è compito del Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (GLI).

Nel Piano si dovranno riportare i punti di forza e criticità degli interventi di inclusione operati dalla scuola nell’anno scolastico trascorso e si dovrà formulare un’ipotesi di utilizzo delle risorse specifiche, istituzionali e non, al fine di migliorare la capacità inclusiva della scuola nell’anno successivo.

Una volta approvato dal Collegio dei docenti, il PAI dovrà essere inviato all’USR di competenza (ed anche ai GLIP e GLIR) per la richiesta dell’organico di sostegno e alle altre istituzioni territoriali come proposta di assegnazione delle risorse di competenza, considerando anche gli Accordi di Programma in vigore o altri accordi relativi all’integrazione scolastica sottoscritti con gli Enti Locali.

Dopo che la scuola avrà assegnato l’organico, nel mese di settembre, il GLI provvederà ad un adeguamento del Piano, sulla base del quale il Dirigente scolastico procederà all’assegnazione definitiva delle risorse, sempre in termini “funzionali”.

Ricordiamo che la compilazione del PAI non sostituisce le richieste di organico di sostegno delle scuole, comunicate secondo le modalità definite a livello territoriale.

Gli USR, considerato che l’anno scolastico volge al termine, hanno iniziato a pubblicare apposite note per ricordare alle istituzioni scolastiche il sopra descritto adempimento, come ha fatto in data odierna l’USR Calabria con la nota n. 9530 del 10/06/2016.

In detta nota, l’USR comunica di aver elaborato il modello PAI on line, sulla base dell’allegato modello MIUR, a questo link.

Nella nota, oltre a comunicare i termini di presentazione del Piano (entro il 25 luglio), vengono fornite interessanti indicazioni in merito alla compilazione:

  • la parte prima del P.A.I. – analisi dei punti di forza e di criticità – deve contenere i dati relativi solo ed esclusivamente all’anno scolastico 2015 – 2016, rilevati tra settembre 2015 e giugno 2016;
  • nella Parte Prima – lettera A – Rilevazione dei BES presenti – il numero dei P.E.I. / P.D.P. redatti deve corrispondere al numero degli alunni BES conteggiati in tabella, in caso contrario le scuole dovranno precisare il motivo della mancata corrispondenza nelle note;
  • tutte le caselle devono essere riempite, laddove richiesto , con SI’ o NO ; se si mette SI’ alla voce ALTRO, è necessario specificare;
  • la Parte Seconda del P.A.I. – obiettivi di incremento dell’inclusività, proposti per il prossimo anno – deve riportare le proposte operative di miglioramento che, concretamente, si intendano attuare nell’anno scolastico successivo 2016 – 2017, tra settembre 2016 e giugno 2017, specificando modalità e tempi.

 

 

.

BES. Piano Annuale per l’Inclusività: contenuti e termini di presentazione ultima modifica: 2016-06-11T05:07:39+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl