Bonus 500 euro, arriva la proroga: scontrini e fatture rendicontabili fino al 15 ottobre

Tecnica_logo15BAlessandro Giuliani, La Tecnica della scuola  30.8.2016

500euro-bonus-proroga1

– Quest’anno le spese sostenute dai docenti destinatari del bonus di 500 euro per l’aggiornamento professionale si potranno rendicontare in segreteria del personale fino al 15 ottobre.

Lo prevede una nota esplicativa ministeriale inviata il 29 agosto alle scuole che proroga il termine inizialmente fissato al 31 agosto per dare a insegnanti e scuole più tempo per mettere insieme documentazioni di spesa e dichiarazioni di rendicontazione. A comunicarlo è stato direttamente il Miur.

I docenti potranno presentare come documenti che provano le spese sostenute entro il 31 agosto:

  • lo scontrino fiscale;
  • la ricevuta fiscale;
  • la fattura;
  • la ricevuta di bonifico bancario;
  • il biglietto per la partecipazione agli eventi di cui all’articolo 4, comma 1 lettere d) ed e) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 settembre 2015. Può essere presentato un solo biglietto per evento

Sono ammessi anche acquisti on-line purché sia possibile produrre la documentazione comprovante l’acquisto. Non sono riconosciute spese sostenute in Paesi nei quali non sono previsti strumenti di rendicontazione della spesa.

La documentazione delle spese sostenute dovrà essere consegnata in originale o in copia dichiarata conforme all’originale all’Istituzione scolastica di ultima titolarità.

Il ministero dell’Istruzione mette anche a disposizione un modello (qui sotto cliccando il link) per la rendicontazione inviato sempre il 29 agosto alle scuole.

Nella nota si specificano anche le tempistiche per gli Uffici amministrativi delle scuole che dovranno inviare la documentazione relativa alle spese agli Uffici scolastici regionali.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl