Bonus Docenti. Ancora incertezza, a rischio spese prima dell’emissione della card

Professionisti_logo1

 Professionisti Scuola Network  4.11.2016

500euro-rischio7

– In data 2/11/2016, nell’incontro al MIUR con le organizzazioni sindacali, è stato trattato anche il tema riguardante la carta elettronica per la formazione continua dei docenti relativa all’a.s. 2016/17, il cosiddetto Bonus Docenti.

Lo scorso anno scolastico, i docenti hanno visto la cifra di 500 euro accreditata, a seguito di missione straordinaria con voce pagamenti vari, direttamente sul conto corrente nel mese di ottobre, come stabilito da DPCM del 23 settembre 2015. Tale procedura, dati i tempi ristretti, ha bypassato il comma 121 della Legge 107/2015 che recita “Al fine di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali, è istituita, nel rispetto del limite di spesa di cui al comma 123, la Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. La  Carta, dell’importo nominale di euro 500 annui per ciascun anno  scolastico, può essere utilizzata per l’acquisto di libri e di testi,  anche  in formato digitale,  di  pubblicazioni  e  di  riviste  comunque  utili all’aggiornamento  professionale,  per  l’acquisto  di   hardware   e software, per l’iscrizione a corsi per attività di  aggiornamento  e di qualificazione delle  competenze  professionali,  svolti  da  enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione,  dell’università  e della ricerca, a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale,  ovvero  a  corsi post  lauream  o  a   master   universitari   inerenti   al   profilo professionale, per rappresentazioni teatrali e cinematografiche,  per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo, nonché  per  iniziative  coerenti  con  le attività  individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione”.

Altre tranche di emissione sono state effettuate dopo le immissioni in ruolo previste dalla fase C, sempre con la medesima modalità.
E quest’anno, quali la tempistica e la modalità di emissione della Carta elettronica?

Dal MIUR non sono giunte indicazioni in merito alla tempistica, cosa certa è, invece, l’emissione della Carta elettronica.

In merito ai tempi ci sentiamo di richiamare la Nota Ministeriale 12228 del 29/08/2016 contenente le indicazioni operative circa la rendicontazione da parte dei docenti. Le operazioni di verifica delle rendicontazioni risultano necessarie per provvedere all’emissione del BONUS per il corrente anno scolastico in quanto le somme non rendicontate, o comunque mal documentate, devono essere recuperate detraendole dall’importo da accreditare sulla Carta elettronica. La stessa Nota ha prorogato al 15 ottobre 2016, rinviando il precedente termine del 31 agosto, la consegna della documentazione da parte dei docenti agli uffici amministrativi delle istituzioni scolastiche che, a loro volta, sono stati tenuti a trasmettere i dati dei rendiconti agli Uffici Scolastici Regionali territorialmente competenti entro il 31 ottobre; mentre entro il 15 novembre i vari USR  sono tenuti a trasmettere i dati alla Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie.

Ciò premesso crediamo di poter affermare che, nella migliore delle ipotesi, non sarà possibile ottenere l’accredito del Bonus prima della fine del mese di novembre. Dal resoconto dell’incontro della FLCGIL si apprende, inoltre, che il direttore generale della segreteria DGRUF del MIUR, Jacopo Greco, ha affermato “che per l’anno in corso i beneficiari, prima di poter utilizzare i fondi relativi, devono attendere che sia loro attribuita la carta. Ciò perché la legge prevede l’erogazione dei fondi tramitecedolino solo per il primo anno di applicazione, quello appena trascorso, mentre per il futuro, a partire dall’anno scolastico 2016/2017 occorre utilizzare esclusivamente la carta. Il sistema informativo del MIUR sta lavorando in questa direzione”.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl