Calendario prove INVALSI 2017

notizie-scuola_logo2

Notizie della scuola,  27.9.2016

– Con una nota inviata ai dirigenti scolastici l’Invalsi comunica la tempistica di svolgimento delle prove Invalsi 2017, che avranno luogo a partire dal 3 maggio e interesseranno gli stessi livelli scolastici già coinvolti nelle rilevazioni dell’anno scolastico passato. Iscrizioni via web dall’11 al 31 ottobre.

invalsi-prove-2017a

Lo svolgimento delle prove Invalsi 2017 si articolerà secondo il seguente calendario:

  • dal 16 al 27 gennaio 2017: questionario studente (II secondaria di secondo grado);
  • 3 maggio 2017: prova preliminare di Lettura (II primaria) e prova d’Italiano (II e V primaria);
  • 5 maggio 2017: prova di Matematica (II e V primaria) e Questionario studente (V primaria):
  • 9 maggio 2017: prova di Matematica e d’Italiano (II secondaria di secondo grado);
  • 15 giugno 2017: prova di Matematica e d’Italiano (III secondaria di primo grado – Prova nazionale all’interno dell’esame di Stato).

Da quest’anno scolastico la somministrazione del questionario studente nella classe II della scuola secondaria di secondo grado avverrà per via informatica (CBT – computer based testing). Tempi e modalità saranno illustrati ai Dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado in un apposito documento che sarà reso disponibile entro il 30 novembre 2016.

L’Invalsi renderà disponibile sul proprio sito internet il protocollo di somministrazione, i cui tratti essenziali sono sintetizzati nell’allegato tecnico alla nota 26 settembre 2016, prot. n. 9021.

Partendo dalla consapevolezza che la rilevazione esterna degli apprendimenti degli studenti può costituire uno strumento essenziale di conoscenza per il governo e il miglioramento del lavoro scolastico, l’INVALSI ha iniziato a restituire alle scuole i risultati delle prove 2016, articolati domanda per domanda, con riferimenti a livello regionale e nazionale e con ulteriori elementi volti ad aiutare nel processo di autovalutazione.

Un’ulteriore novità è rappresentata dalla disponibilità, entro il mese di ottobre, della misura del cosiddetto “effetto scuola” (valore aggiunto), che consente di osservare i risultati conseguiti dagli allievi nelle prove INVALSI 2016 al netto di fattori esterni il cui controllo non rientra nella disponibilità della scuola.

Come negli anni passati, un’attenzione particolare va dedicata al rispetto della normativa in materia diprotezione dei dati personali. A tali fini è necessario considerare il possibile peso dei fattori del contesto socio-economico-culturale e degli atteggiamenti e motivazioni degli studenti medesimi. Le informazioni relative a questi fattori vengono acquisite dall’Invalsi, in forma anonimizzata, con la collaborazione delle scuole: alle segreterie viene richiesto di raccogliere e registrare una serie di informazioni sugli studenti (nazionalità italiana o straniera, livello di istruzione e occupazione dei genitori, orario settimanale della classe frequentata, pregressa frequenza o meno dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia); agli studenti è richiesto inoltre di compilare un questionario afferente ai seguenti ambiti: contesto familiare, attività dello studente, benessere a scuola, cognizioni riferite al sé, motivazioni e impegno nello studio.

La partecipazione alle prove prevede come azione iniziale l’iscrizione via web sulla pagina dedicata sul sito dell’Invalsi. Le funzioni relative alle procedure di iscrizione rimarranno aperte dalle ore 15.00 dell’11 ottobre alle ore 16.30 del 31 ottobre.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl