Carta docente 500 euro, ecco le somme residue 2016/2017

Tecnica_logo15B

di Fabrizio De Angelis,  La Tecnica della scuola  19.12.2017

– Finalmente le somme residue della carta docente 500 euro sono state accreditate. La piattaforma relativa, infatti, era stata bloccata per qualche giorno. Da questo pomeriggio è di nuovo attiva e le somme potranno essere spese nel corrente anno scolastico fino al 31 agosto 2018.

Si conclude quindi il “calvario” dei docenti che in questo periodo avevano visto rimandare sempre più nel tempo l’accreditamento delle somme residue dell’anno scolastico 2016/2017. Alla fine il Miur ha mantenuto la promessa.
Le somme residue, infatti, dovevano infatti essere accreditate entro il mese di ottobre, termine successivamente prorogato ai primi giorni di dicembre.
Tuttavia, è bene sottolineare come l’applicazione non sembra essere accessibile ancora per tutti. Infatti, alcuni docenti hanno segnalato l’impossibilità di accedervi e quindi di visualizzare il residuo dello scorso anno.

Il Miur, ricordiamo, aveva comunicato che “per consentire il completamento delle procedure informatiche ancora in corso per il controllo dei dati amministrativi e contabili delle somme non spese nei precedenti anni scolastici, sarà possibile visualizzare tali importi (o i bonus non validati) a partire dai primi giorni del mese di dicembre, ed utilizzarli durante il corrente anno scolastico”.

Il Pdf con tutte le risposte

Non mancano i dubbi in merito alla carta docente, che a distanza di quasi 2 anni ancora non hanno chiari tutti i passaggi.
Per fornire una risposta ai dubbi sulla fruizione del bonus annuale sull’aggiornamento docenti, il Miur ha creato un file in formato pdf, composto da ben 15 pagine, collocato all’interno del portale creato appositamente per illustrare le opportunità offerte dalla carta docente: leggendolo, scorrendo i vari quesiti, i circa 750mila insegnanti interessati a come fruire dei 500 euro potranno sicuramente trovare delle risposte utili anche a loro.

Per quest’anno l’importo del bonus resta lo stesso: 500 euro che saranno assegnati attraverso un ‘borsellino elettronico’. L’applicazione web “Carta del Docente” è disponibile all’indirizzo cartadeldocente.istruzione.it. Attraverso l’applicazione è possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati.

Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per:

  • libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015 (Buona Scuola).

.

.

Carta docente 500 euro, ecco le somme residue 2016/2017 ultima modifica: 2017-12-19T22:15:09+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl