Classe di concorso A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera. Già nel 2009 vi era stata un’interrogazione parlamentare (senza risposta)

GildaVeneziaNews_logo1

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 15.8.2015.  

Senato_logo5

Atto Camera. Interrogazione a risposta scritta 4-03084

presentata da

LAURA GARAVINI

giovedì 21 maggio 2009, seduta n.181

GARAVINI, FEDI e PORTA. –

Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

– Per sapere – premesso che:

  • la Scuola di Specializzazione per gli insegnanti della scuola Secondaria, di seguito denominata SSIS, offre ai laureati che intendono dedicarsi all’insegnamento nelle istituzioni scolastiche superiori l’opportunità di acquisire le competenze metodologiche, didattiche e psicopedagogiche utili e permette loro di conseguire l’abilitazione necessaria;
  • il MIUR, prendendo alto dei cambiamenti verso una sempre più incisiva società multiculturale, nel 2007 ha permesso la nascita di corsi sperimentali per l’abilitazione in Cinese, Arabo e Italiano L2 (Lingua Seconda) presso la SSIS del Veneto, una struttura unica formata dalle tre maggiori università della regione (Padova, Verona e Venezia);
  • dai media si apprende la notizia di una lettera inviata agli iscritti della SSIS di Venezia a meno di quindici giorni dal loro esame di stato finale, nella quale la direzione SSIS comunica che «non è stata disposta la nomina dei docenti per l’esame di stato in Lingue Straniere per le classi di abilitazione L2, 45/A, e 46/A Arabo e Cinese» e che, in conseguenza di ciò, «l’esame di Stato […] non potrà svolgersi nella corrente Sessione Estiva»;
  • la mancata garanzia, da parte del MIUR, di una conclusione del percorso formativo è un motivo di forte preoccupazione per i sessanta studenti post-laurea che hanno pagato le tasse d’iscrizione e hanno investito tempo ed energie, partecipando con impegno e coinvolgimento in un percorso innovativo che rischia ora di non avere alcun valore professionale;
  • l’integrazione degli alunni stranieri e l’educazione interculturale, da promuovere attraverso l’insegnamento dell’italiano e la valorizzazione della lingua e della cultura d’origine dei ragazzi stranieri, devono costituire una priorità per la scuola italiana di fronte ad una presenza sempre più forte di alunni stranieri;
  • da parte delle nostre comunità nel mondo è stato ripetutamente segnalato il bisogno di specializzati in Italiano L2 per rendere più efficienti ed effettivi i corsi di lingua e cultura italiana organizzati per i nostri connazionali bilingue residenti all’estero -:

se il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca non intenda disporre al più presto le nomine dei docenti in Lingue straniere per fare in modo che si possano svolgere regolarmente gli esami di stato e garantire agli iscritti della SSIS di Venezia la fine del loro percorso formativo con pari dignità rispetto a tutte le altre discipline scolastiche;

se il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca non ritenga di provvedere con urgenza a regolamentare il reclutamento degli insegnanti per i corsi di didattica della lingua Cinese, Arabo e dell’Italiano L2 nonché ad istituire le graduatorie per l’immissione in ruolo di questi futuri insegnanti. (4-03084)

 

 

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl