Come e quando saranno pagate le supplenze brevi. Decreto in GU

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola,  14.10.2016

euro-rotoli650

– Modalità di pagamento delle somme spettanti al personale supplente breve e saltuario: il decreto è stato pubblicato nella GU Serie Generale n.241 del 14-10-2016.

In base a questo nuovo decreto il Ministero vuole assicurare il pagamento degli stipendi al personale docente e ATA che svolge supplenze temporanee entro e non oltre l’ultimo giorno del mese successivo a quello di riferimento. Ciò dovrebbe eliminare i ritardi e le lungaggini che negli ultimi anni hanno caratterizzato il pagamento di queste supplenze, con stipendi accreditati anche dopo molti mesi dalla prestazione lavorativa, con un continuo rimbalzo di responsabilità tra segreterie scolastiche e MEF.

In pratica adesso le istituzioni scolastiche devono inserire tempestivamente in SIDI i dati giuridici delle assenze del personale di titolarità. Successivamente stipulano con i supplenti brevi e saltuari i contratti, per la copertura delle predette assenze, provvedendo all’acquisizione, alla convalida e alla trasmissione degli stessi al sistema NoiPA entro i successivi tre giorni lavorativi.

Non appena il contratto trasmesso a NoiPA risulta «accettato», le segreterie scolastiche provvedono con immediatezza alla comunicazione in SIDI e alla trasmissione a NoiPA delle variazioni di stato giuridico (VSG), degli assegni al nucleo e delle rettifiche di quanto gia’ trasmesso concernenti ogni singolo rapporto di supplenza, qualora presenti. Tali comunicazioni riguardanti i contratti stipulati sono necessarie ai fini dell’esatto e completo calcolo della retribuzione. L’autorizzazione della rata di ogni singolo contratto deve avvenire entro due giorni lavorativi dalla conclusione del contratto, se questo termina nel mese, o nei primi due giorni lavorativi del mese successivo se trattasi di contratto di durata superiore al mese.

Il MEF effettua il calcolo delle competenze spettanti al personale supplente che restituisce entro una giornata lavorativa.

Da quel momento in poi le scuole devono controllare che ci siano i soldi nei POS delle istituzioni scolastiche e autorizzano il pagamento della rata.

Due emissioni al mese.

Il sistema NoiPA elabora il cedolino e lo rende disponibile alla visualizzazione dell’utente, procedendo al pagamento tramite due emissioni mensili: una speciale prevista il 18 di ciascun mese, anticipata al primo giorno utile se il 18 del mese dovesse ricadere in un giorno non lavorativo, e l’altra in concomitanza con l’emissione ordinaria mensile, alla fine del mese.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl