Concorso cattedra 2018, corso formazione: cosa deve fare il docente? Attività, portfolio, colloquio finale

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 14.12.2017

– Come abbiamo già evidenziato, il testo potrebbe essere oggetto di variazioni qualora il Miur facesse proprie le osservazioni del CSPI (in parte o in tutto),

Ne abbiamo parlato in FIT concorsi 2018. Parere CSPI: ai docenti ammessi contratto al 31 agosto e permanenza nelle graduatorie, ruolo non immediato per alcune classi di concorso.

La distinzione presente nel testo tra terzo anno del percorso FIT e percorso annuale non è sostanziale, essendo identiche le attività da svolgere e l’intero iter, ma è relativa al fatto che i docenti abilitati, cui è riservato un concorso per soli titoli e colloquio, seguiranno soltanto il percorso annuale, di cui sopra, e non tutti e tre gli anni del FIT secondo la nuova procedura concorsuale.

Durante il terzo anno del percorso FIT/percorso annuale, gli aspiranti docenti sono chiamati a svolgere le attività di seguito descritte, ossia: attività di insegnamento, progetto di ricerca-azione, portfolio professionale e colloquio finale.

Attività di insegnamento

Gli aspiranti docenti svolgono attività di insegnamento coprendo posti vacanti e disponibili.

Dal puto di vista normativo ed economico il contratto, di cui saranno destinatari, è il medesimo di quello previsto per le supplenze annuali.

Progetto di ricerca-azione

Il progetto di ricerca-azione sarà disciplinato da apposito decreto Miur, ai sensi degli articoli 10/5 e 11/5 del D.lgs. n. 59/2017.

Il progetto è predisposto in riferimento a:

  1. analasi dei bisogni e delle esigenze di istruzione, formative ed educative sulla base dell’analisi del contesto scolastico;

  2. individuazione degli obiettivi e dei risultati di apprendimento, formativi ed educativi;

  3. pianificazione delle attività, dell’ambiente di apprendimento, della gestione del gruppo, delle scelte didattiche e degli strumenti in coerenza con assunti e teorie sul processo di insegnamento-apprendimento;

  4. realizzazione dell’attività progettata;

  5. osservazione delle azioni e individuazione degli strumenti per monitorare in itinere e alla fine del processo di apprendimento;

  6. documentazione e riflessione professionale in relazione al percorso e alla valutazione dei risultati.

Il contenuto del progetto deve essere coerente alle Indicazioni nazionali per il primo ciclo e per i licei, alle Linee guida per gli Istituti tecnici e professionali, con l’assegnazione del docente alle classi, alle attività didattiche e al PTOF della scuola, con particolare riferimento al curricolo della stessa.

Il progetto è proposto dal docente e dal tutor al dirigente scolastico.

Portfolio professionale

Durante il percorso FIT o percorso annuale FIT, oltre all’attività di insegnamento e al progetto di ricerca-azione, gli aspiranti docenti predispongono un Portfolio professionale in formato digitale (come attualmente previsto per i neoassunti nel corso dell’anno di formazione e prova, sebbene presenti qualche novità).

Il Portfolio deve contenere:

a) il curriculum formativo e professionale;

b) il bilancio delle competenze, da redigersi all’inizio e al

termine del percorso;

c) la progettazione didattica, le attività didattiche svolte, le

azioni di verifica intraprese;

d) il progetto di ricerca-azione;

e) il piano di sviluppo professionale.

Colloquio finale

Il terzo anno FIT o percorso annuale si conclude con un esame di valutazione finale, consistente in un colloquio sulle attività svolte durante il percorso e documentate nel succitato Portfolio.

Per esseri ammessi all’esame di valutazione finale, gli aspiranti docenti devono aver svolto 180 giorni di servizio (effettivamente prestato), dei quali almeno 120 di attività didattica, e il progetto di ricerca-azione.

.

.

Concorso cattedra 2018, corso formazione: cosa deve fare il docente? Attività, portfolio, colloquio finale ultima modifica: 2017-12-14T08:46:25+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl