Concorso docenti 2015, no preselettiva per classi di concorso con numero esiguo di candidati

Orizzonte_logo14

di Lalla,  Orizzonte Scuola  10.7.2015.  

concorso-scuola1

In seno alla legge sulla riforma della scuola è stato approvato un ordine del giorno presentato dall’On. Ascani sulla preselettiva al prossimo concorso a cattedra, il cui bando è atteso entro il 1° dicembre.

L’ordine del giorno prevede che, in virtù del fatto che il concorso sarà riservato esclusivamente a docenti in possesso di abilitazione, che hanno in larga parte già sostenuto un percorso selettivo, per le classi di concorso i cui aspiranti risultino inferiori a quattro volte il numero dei posti disponibili non debbano essere sottoposti alla prova preselettiva.

La prova preselettiva, nel concorso 2012, fu uno scoglio importante per moltissimi candidati. Si erano iscritti al concorso 321.210 persone (per 11.542 posti a bando). I risultati

Essa si basava su un archivio di 3.500 quesiti relativi a Capacità logiche, Capacità di comprensione del testo, Competenze digitali, Conoscenza della lingua straniera (a scelta del candidato tra francese, inglese, tedesco o spagnolo). la prova consisteva nel rispondere, nel tempo massimo di 50 minuti, a 50 fra i quesiti dell’archivio.

Il mancato superamento della prova non consentiva l’accesso alla prova scritta. Il punteggio minimo per superare la prova era 35/50, ma il TAR ha recentemente dato ragione ai ricorrenti che hanno contestato tale soglia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl