Convegno nazionale. CLIL: dalla teoria alla pratica.

 CLIL: dalla teoria alla pratica. Criticità e proposte 
per quest’ anno scolastico e per “la buona scuola” del futuro

Convegno nazionale, IIS ALGAROTTI di Venezia,  sabato 15/11/2014 dalle ore 9.30 alle ore 13.30

clil-convegno1

SABATO 15 NOVEMBRE 2014
IIS ALGAROTTI   Cannaregio 351 30121 VENEZIA

dalle ore 9.30 alle ore 13.30

La partecipazione al Convegno
è riconosciuta come attività di aggiornamento

(art. 64 CCNL 29/11/2007 con circolare prot. AOODGPER1 1262 del 4/10/2014) 

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, ottobre 2014

Perché questo convegno?

In quest’ anno scolastico il riordino della secondaria di II grado va a regime. Diventano operative quindi le norme inserite nei Regolamenti di riordino (DPR 88 e 89/1010) che prevedono l’obbligo, nel quinto anno, di insegnare una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera secondo la metodologia CLIL. Nei Licei la disciplina non linguistica deve essere compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato.

Negli istituti tecnici invece la disciplina non linguistica deve essere compresa nell’area di indirizzo del quinto anno, e deve essere insegnata obbligatoriamente in lingua inglese.

Nei Licei Linguistici l’insegnamento di discipline non linguistiche (DNL) in lingua straniera è prevista già a partire dal terzo anno del corso di studi. Nulla è previsto per gli Istituti Professionali.

Il MIUR è intervenuto in più occasioni per chiarire  le modalità di applicazione di una metodologia didattica che è stata introdotta  per legge senza tenere conto della oggettiva e diffusa carenza delle competenze linguistiche richieste ai docenti DNL che dovrebbero attivarla .

Di fronte a una situazione ancora confusa e che costringe le scuole a cercare soluzioni che spesso forzano la normativa esistente la Gilda degli Insegnanti e l’Associazione Docenti art.33 intendono affrontare in termini non astratti e accademici la complessità dei problemi inerenti il CLIL partendo dalle reali condizioni e risorse a disposizione delle scuole.

Si tratta di dare un segnale perché i prossimi provvedimenti del MIUR e del Ministro siano in grado di dare risposte chiare perché il CLIL non resti solo una promessa o addirittura diventi un fastidioso onere burocratico per i docenti.

Intervengono:

Marina Perini dirigente IIS “Algarotti” Venezia

GISELLA LANGE’ Dirigente Tecnico Ispettore Tecnico di Lingue straniere in servizio presso il Ministero Istruzione, Università, Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, Milano

GRAZIANO SERRAGIOTTO Università degli Studi di Ca’ Foscari Venezia Membro del Comitato Tecnico Scientifico del Corso di Perfezionamento CLIL:

CARMELA PALUMBO Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica MIUR

Fabrizio Reberschegg Presidente dell’Associazione Docenti Art.33, membro della Direzione Nazionale Gilda degli Insegnanti
Con il patrocinio dell’IIS ALGAROTTI di Venezia

 

 

Programma dei lavori

Ore 9.30 : accreditamento dei partecipanti

Ore 9.45: Introduzione di Fabrizio Reberschegg, Presidente dell’Associazione Docenti Art.33 Direzione Nazionale Gilda degli Insegnanti

Ore 10.00   Marina Perini dirigente IIS “Algarotti” Venezia: I PROBLEMI APERTI NELL’APPLICAZIONE DEL CLIL

Ore 10.15   GISELLA LANGE’ Dirigente Tecnico Ispettore Tecnico di Lingue straniere in servizio presso il Ministero Istruzione, Università, Ricerca. IL CLIL COME STRUMENTO DI INNOVAZIONE   NELLA SCUOLA ITALIANA

Ore 10.45 GRAZIANO SERRAGIOTTO Università degli Studi di Ca’ Foscari Venezia, Membro del Comitato Tecnico Scientifico del Corso di Perfezionamento CLIL: LA FORMAZIONE DEI DOCENTI CLIL NELL’IMMEDIATO E NELLA PROSPETTIVA DELLA RIFORMA DELLE LAUREE PER LA DOCENZA

Ore 11.15   Coffe Break

Ore 11.30 CARMELA PALUMBO Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica MIUR: LO STATO DELL’ARTE DELL’ATTUAZIONE DEL CLIL NELLA SCUOLA ITALIANA

Ore 12.15  Dibattito e interventi dei partecipanti

Ore 13.20 Conclusioni:Fabrizio Reberschegg

Sono stati invitati la dott.ssa DANIELA BELTRAME, direttrice dell’USR Veneto e il dott. DOMENICO MARTINO, direttore dell’UST Venezia

 

La brochure del Convegno

Il manifesto

Autorizzazione Miur

 

Venezia, ottobre 2014

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl