Cumulabilità del congedo parentale orario con altri riposi o permessi

Tecnica_logo15B

L.L.    La Tecnica della scuola  3.11.2015.  

Congedo-parentale8

Dopo la circolare 152 di agosto, l’Inps interviene nuovamente sulla questione del congedo parentale fruito in modalità oraria, fornendo conmessaggio 6704 del 3 novembre ulteriori precisazioni sulla possibilità di cumulare tale assenza con altri permessi o riposi disciplinati dal T.U. maternità/paternità.

L’Istituto previdenziale ha così evidenziato quali permessi sono compatibili e quali non lo sono con la fruizione oraria del congedo parentale di cui all’art. 32 del T.U.

In particolare, non sono compatibili:

  1. il congedo parentale ad ore per altro figlio (art. 32 T.U.);
  2. i riposi per allattamento, anche per altro figlio (artt. 39 e 40 T.U.);
  3. i permessi orari, fruiti in alternativa al prolungamento del congedo parentale, anche per altro figlio (artt. 33 e 42 T.U.).

Sono, invece, compatibili:

  • i permessi fruiti in modalità oraria per l’assistenza ai familiari, anche se minori (art. 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n.104);
  • i permessi fruiti in modalità oraria dal lavoratore a beneficio di se stesso (art. 33, comma 6, della legge 5 febbraio 1992, n.104).

L’Inps ha infine ricordato che la contrattazione collettiva, nel definire le modalità di fruizione del congedo parentale, può prevedere anche criteri di cumulabilità differenti rispetto a quelli definiti dalla norma, ma che in ogni caso, in assenza di regolamentazione da parte della contrattazione collettiva, valgono le regole di cui sopra.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl