DdL Scuola, Grasso: “Regole rispettate, ma si poteva discutere di più”

Tecnica_logo15

La Tecnica della scuola  Martedì, 23 Giugno 2015.  

“Da parte dell´opposizione ci si poteva limitare nel numero degli emendamenti, di fronte al quale il governo ha messo in campo come contromossa la fiducia”. Così il presidente del Senato intervenendo a ‘Otto e mezzo’ su La7.

Grasso11

“Al Senato come arbitro vorrei poter discutere e cercare di evitare sotterfugi che aggirino i regolamenti. Questa e la mia aspirazione. Faccio appello a evitare le bagarre e discutere nel merito i provvedimenti, con pochi emendamenti che possano incidere nel merito”. Così il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendo alla trasmissione Otto e mezzo su La7 parlando del ddl di riforma della scuola. “Oggi – ha aggiunto – sono stato accusato di non aver evitato i sotterfugi, ma non e cosi. Quando una maggioranza chiede di calendarizzare un provvedimento si va in aula e si vota, e il voto oggi e stato per quel calendario. Poi, certo, la polemica fa parte dell´aula…”. “Ho sempre la speranza che i provvedimenti vengano approvati con il massimo della condivisione possibile – ha continuato Grasso -. Sulla scuola al Senato si poteva fare di piu. Da parte dell´opposizione ci si poteva limitare nel numero degli emendamenti, di fronte al quale il governo ha messo in campo come contromossa la fiducia”.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl