Docenti neo-assunti: primi orientamenti Miur su periodo di formazione e prova

Tecnica_logo15B

Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola  5.11.2015.  

prof-neoimmesso1

Come anticipato dalle Organizzazioni sindacali, il Miur ha emanato la nota applicativa del D.M. n. 850 del 27/10/2015 concernente il periodo di prova e di formazione alla luce delle novità introdotte dalla legge 107/2015.

La nota prot. 36167 del 5 novembre 2015 richiama in sostanza quanto già contenuto nel decreto ministeriale, ma chiarisce alcuni aspetti considerati critici, accogliendo parzialmente le richieste dei Sindacati.

In particolare, per il personale in part-time o su spezzone orario, viene chiarito che, fermo restando l’obbligo delle 50 ore di formazione previste, i 180 giorni di servizio e i 120 giorni di attività didattica sono proporzionalmente ridotti per i docenti neoassunti in servizio con prestazione o orario inferiore su cattedra o posto.

Vengono anche meglio esplicitate alcune terminologie un po’ “antiquate” che sono state utilizzate nel DM. Infatti, la nota riporta che nei centottanta giorni sono computate tutte le attività connesse al servizio scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione delle lezioni e delle attività didattiche, gli esami e gli scrutini ed ogni altro impegno di servizio, ad esclusione dei giorni riferibili a ferie (nel DM congedo ordinario), assenze per malattia (nel DM congedo straordinario), congedi parentali, permessi retribuiti e aspettativa. Va computato anche il primo mese del periodo di astensione obbligatoria dal servizio per gravidanza.

La nota chiarisce anche la questione delle affinità delle classi di concorso: in caso di differimento della presa di servizio (quindi anche per gli assunti delle fasi B e C), il periodo di formazione e prova può essere svolto, nell’anno scolastico di decorrenza giuridica della nomina, anche presso l’istituzione scolastica statale ove è svolta una supplenza annuale o sino al termine delle attività didattiche, purché su medesimo posto o classe di concorso affine. Per classi di concorso affini si devono intendere quelle comprese negli ambiti disciplinari di cui al D.M. n. 354/1998 ove il servizio sia effettuato nello stesso grado d’istruzione della classe di concorso di immissione in ruolo.

Non è stata, invece, accolta l’ulteriore richiesta riguardante i passaggi di ruolo ed è pertanto confermato l’elenco di coloro che sono tenuti al periodo di formazione e di prova:

  1. i docenti che si trovano al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato, a qualunque titolo conferito, e che aspirino alla conferma nel ruolo;
  2. i docenti per i quali sia stata richiesta la proroga del periodo di formazione e prova o che non abbiano potuto completarlo negli anni precedenti. In ogni caso la ripetizione del periodo comporta la partecipazione alle connesse attività di formazione, che sono da considerarsi parte integrante del servizio in anno di prova;
  3. i docenti per i quali sia stato disposto il passaggio di ruolo.

Sintesi del percorso formativo

  1. un incontro propedeutico su base territoriale sarà dedicato all’accoglienza dei neoassunti e alla presentazione del percorso formativo;
  2. la concreta formazione prenderà avvio da un primo bilancio delle competenze professionali che ogni docente curerà con l’ausilio del suo tutor; a tal fine sarà fornito un modello digitale all’interno della piattaforma on-line predisposta da INDIRE, per agevolare la elaborazione di questo primo profilo;
  3. il bilancio di competenze iniziale sarà tradotto in un patto formativo che coinvolge docente neoassunto, tutor e dirigente scolastico;
  4. sulla base dei bisogni rilevati l’amministrazione scolastica organizzerà indicativamente nei mesi di gennaio-marzo 2016 specifici laboratori di formazione, la cui frequenza è obbligatoria per complessive 12 ore di attività, con la possibilità, per i docenti, di optare tra le diverse proposte formative offerte a livello territoriale;
  5. a partire dal terzo mese di servizio avranno inizio momenti di reciproca osservazione in classe concordati tra docente tutor e docente neo-assunto (peer to peer), per favorire il consolidamento e il miglioramento delle capacità didattiche e di gestione della classe; a tal fine saranno successivamente fornite opportune linee guida;
  6. la formazione on line sarà curata da INDIRE, con la messa a disposizione di una piattaforma dedicata, in cui ogni docente potrà documentare, in guisa di portfolio , le proprie esperienze formative, didattiche e di peer review. La piattaforma consentirà  inoltre di  fruire delle risorse didattiche digitali messe a disposizione da INDIRE;
  7. le attività formative saranno concluse da un incontro finale per la valutazione dell’attività realizzata. Tale incontro potrà assumere forme differenziate sulla base delle diverse esigenze organizzative.

Laboratori formativi per la primaria (inglese, musica e motoria)

In attesa del compimento del Piano Nazionale di Formazione, i laboratori formativi, rivolti a docenti utilizzati nella scuola primaria, ai sensi del comma 20 dell’art. 1 della legge 107/2015, per l’insegnamento della lingua inglese, della musica e dell’educazione motoria nella scuola primaria, saranno incentrati sulle metodologie didattiche relative ai predetti insegnamenti nello specifico settore scolastico. La Direzione generale per il personale scolastico provvederà successivamente a comunicare agli USR le caratteristiche dei laboratori formativi dedicati a questa tipologia di personale.

Pianificazione delle attività

  Attività

Soggetti coinvolti

Scadenze

Individuazione e nomina del Tutor, sentito il parere del collegio dei docenti Dirigente scolastico / collegio dei docenti (indicativamente entro il secondo mese di servizio)
Informazione del Dirigente scolastico ai neoassunti su: obblighi di servizio e professionali connessi al periodo di prova, modalità di svolgimento e di conclusione del percorso con particolare riguardo alle nuove funzioni attribuite ai tutor Dirigente scolastico / neoassunti (indicativamente entro il secondo mese di servizio)
Bilancio delle  proprie competenze professionali –

Patto per lo sviluppo professionale del docente

Docente neoassunto /Tutor –

Dirigente Scolastico/ Docente Neoassunto

(indicativamente a partire da metà dicembre fino a fine gennaio)
Incontro propedeutico per la presentazione delle caratteristiche del percorso formativo USR / ambito territoriale (a partire da novembre)
Formazione on-line Docenti neoassunti (indicativamente a partire da metà dicembre)
Predisposizione e trasmissione delle linee guida sull’organizzazione del Peer to Peer e del portfolio del docente MIUR / Indire (a partire da dicembre)
Peer to peer Docente neoassunto /tutor (a partire da dicembre)
Laboratori formativi Docenti neoassunti / formatori (da febbraio)
Bilancio delle competenze finale Docente neoassunto (maggio)
Incontri di restituzione finale USR/ambito territoriale
Valutazione del docente neoassunto Comitato di valutazione (componente professionale interna)

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl