Esame di stato I grado e prova Invalsi

Orizzonte_logo14

di Nino Sabella, Orizzonte Scuola, 3.11.2017

– Si potranno dividere classi in gruppi e si potranno usare i tablet. Tutte le istruzioni.

La prova Invalsi per le classi terze della scuola secondaria di primo grado non fa più parte dell’esame di Stato, ma ne costituisce uno dei requisiti di ammissione e si svolge nel mese di aprile.

Prove INVALSI 2018, ecco le date: esordisce inglese. Prove su PC, per primaria cartacea

Parliamo in questa scheda delle modalità organizzative che le scuole devono porre in essere, per un regolare svolgimento della Prova alla luce delle novità introdotte dal Decreto legislativo n. 62/2017, sintetizzando in premessa alcune importanti informazioni relative a: discipline coinvolte, tempistica, informazioni fornite dalle scuole in fase di iscrizione alla Prova.

PREMESSA

Discipline coinvolte e modalità di svolgimento
La Prova è stata novellata riguardo sia alle discipline coinvolte che alle modalità di svolgimento. Le discipline interessate sono Italiano, Matematica ed Inglese.
La Prova si svolge al computer interamente on line.

Tempistica
Le classi non campione sostengono la Prova in un arco di giorni, indicati dall’INVALSI, tra il 4 e il 21 aprile 2018.
Le classi campione, invece, svolgono la prova in una data precisa che sarà indicata dall’Istituto medesimo.

Informazioni fornite dalle scuole in fase di iscrizione
Le scuole hanno avuto tempo per iscriversi sino al 31 ottobre 2017, indicando, tra le altre cose:

  • la presenza di aule informatiche per ogni edificio scolastico con l’indicazione per ciascuna di esse del numero di computer funzionanti, collegati a internet e disponibili per gli studenti;
  • l’eventuale articolazione della scuola su più edifici scolastici.

Le indicazioni suddette sono necessarie al regolare svolgimento della Prova e al superamento di eventuali criticità, riguardanti il collegamento e le postazioni internet, non rare in diverse nostre istituzioni scolastiche. Abbiamo posto il problema in “Prove invalsi svolte al computer, cosa dovranno fare le scuole prive di attrezzature adeguate?

ORGANIZZAZIONE DELLO SVOLGIMENTO DELLE PROVE
La nota n. 1865 del 10 ottobre 2017 fornisce apposite indicazioni riguardanti l’organizzazione della Prova.
Le novità introdotte, leggiamo nella nota, richiedono che le scuole “adottino tempestivamente le opportune soluzioni e modalità organizzative per renderla possibile.”
E’ cura delle scuole, dunque, organizzarsi in modo che connessione e computer siano funzionanti e funzionali allo svolgimento della Prova.

Caratteristiche tecniche di computer e connessione
I computer da utilizzare non devono avere caratteristiche tecniche particolarmente avanzate. Non sono nemmeno richiesti particolari software.
Condizione essenziale per il corretto svolgimento della Prova è, invece, la disponibilità di una buona connessione Internet.

Sessioni di svolgimento della prova
Le nuove modalità di somministrazione fanno venir meno il principio della contemporaneità dello svolgimento della Prova.
Ciascuna scuola, infatti, può prevedere un adeguato numero di sessioni di svolgimento della rilevazione nazionale.
Il numero di sessioni dipenderà dal numero di computer disponibili e collegati a Internet e dalle esigenze organizzative della scuola medesima.
Ciascuna sessione può coinvolgere una o più classi contemporaneamente o anche parte di una classe.
E’, dunque, possibile dividere la classe in gruppi (nella nota non si specifica in quante “parti” può essere suddivisa una stessa classe) e far svolgere la prova in sessioni diverse. In tal modo, anche in quelle scuole, in cui la dotazione riguardante i computer e la connessione Internet non siano delle migliori, sarà possibile svolgere la Prova al PC.
Le sessioni dedicate alla Prova si svolgono in un arco di tempo, di norma, tra cinque e quindici giorni.
Sarà l’Invalsi a comunicare alle scuole il periodo di somministrazione della Prova, in base alle loro caratteristiche (numero di alunni, dotazioni tecniche … ).
Le scuole, comunque, potranno modificare il predetto periodo, scegliendo tra le diverse alternative possibili proposte a ciascuna di esse all’interno dell’area riservata sul sito dell’Invalsi.

Utilizzo di Tablet
La prova può essere svolta non solo al computer ma anche tramite l’utilizzo di Tablet.
La predetta indicazione, non presente nel decreto legislativo n. 62/2017, è stata fornita con la nota del 10 ottobre, specificatamente, nel paragrafo volto ad illustrare l’organizzazione delle sessioni:
A seconda del numero di computer (o Tablet) disponibili e collegati a Internet, e sulla base delle proprie esigenze organizzative, ciascuna istituzione scolastica potrà prevedere un adeguato numero di sessioni per lo svolgimento delle prove.”

.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl