Esami di Stato per candidati con BES e DSA

Orizzonte_logo14

di Erasmo Modica,  Orizzonte Scuola  16.6.2015. 

bes8a

Si avvicina la data di inizio degli Esami di Stato e si ritiene opportuno riproporre alcuni quesiti significativi che nel corso dell’anno sono stati sottoposti all’esperta Rossana Gabrieli e che sono presenti nel nostro blog dedicato ai BES e DSA.

Il blog BES & DSA

In relazione agli studenti BES e DSA, la scuola mette a disposizione delle Commissioni degli Esami di Stato la documentazione inerente al loro percorso scolastico, nonché tutte le informazioni riservate che possono essere consultate nel caso in cui fosse necessario.

La circolare n. 11 del 29 maggio 2015 raccomanda alla commissione di tenere in debito conto le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, in particolare

  • modalità didattiche
  • forme di valutazione

individuate nei percorsi didattici individualizzati e personalizzati.

Il documento fondamentale a cui si farà subito riferimento è quindi  l’allegato al Documento del 15 Maggio stilato dal Consiglio di Classe e contenente tutte le proposte inerenti alle modalità di conduzione delle prove d’esame.

Gli studenti BES e DSA sono tenuti a svolgere tutte le prove d’esame, non hanno diritto a prove differenziate, ma, come ribadito dalla circolare n. 8 del 2013 sui BES, è possibile calibrare le prove sulle caratteristiche degli allievi, utilizzando strumenti compensativi, quali possibili sintetizzatori vocali.

Per la piena comprensione del testo delle prove scritte la Commissione può prevedere di individuare un componente che dia lettura dei testi.

L’adeguamento delle prove di verifica e l’uso degli strumenti compensativi sono esplicitamente previsti dalla legge 170/2010 e nel DPR 122/2009.

Non è quindi possibile l’esonero dallo scritto di inglese, in quanto comporterebbe degli effetti sul rilascio del diploma d’istruzione secondaria di secondo grado. La Legge 170/2010 comunque prevede la possibilità di sostituire lo scritto delle lingue straniere con un colloquio orale, se questa dispensa è stata adottata dal Consiglio di Classe durante l’anno scolastico e documentata opportunamente nel PDP.

Nel caso degli studenti DSA la commissione ha ampio margine di intervento nella predisposizione della terza prova scritta, che deve essere sempre coerente con le informazioni fornite dai Consigli di Classe e presenti nell’opportuno allegato al Documento dei 15 Maggio.

Si segnala l’opportunità di prevedere tempi più lunghi per lo svolgimento delle prove scritte e di adottare criteri valutativi attenti soprattutto al contenuto piuttosto che alla forma.

Gli studenti BES e DSA possono utilizzare durante il colloquio le mappe concettualiprodotte durante l’anno scolastico se esse erano previste come modalità di verifica nel PDP.

L’uso dei supporti informatici è previsto dalla normativa vigente, ma essa non fa riferimento all’uso del computer personale dell’alunno o al computer dato in dotazione dall’Istituzione Scolastica. Per tale ragione l’esperta propone di utilizzare far utilizzare agli candidati BES e DSA gli stessi strumenti utilizzati durante l’anno scolastico.

Lo speciale Esami di Stato: guide, consulenza, normativa

 

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl