Fase C, in tutto 55.258 assunzioni: il top in Lombardia

Tecnica_logo15B

Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola  7.11.2015.  

assunzioni2015BB

Delle 55.258 proposte di assunzione della ‘fase C’ del piano di riforma, sono 48.812 i posti da assegnare sulle discipline comuni: gli altri 6.446 andranno al sostegno.

La regione che farà registrare maggiori proposte di immissioni in ruolo sarà la Lombardia, con 7.008 posti, a cui se ne sommeranno anche 1.023 per il sostegno; in seconda posizione la Campania (5.314 e 691), seguita dalla Sicilia (4.394 e 649), Lazio (4.412 e 788), Veneto (3.803 e 465) e Puglia (3.569 e 468). Ultimo il Molise (del resto il potenziamento è distribuito per il 90% in proporzione al numero degli alunni), con rispettivamente 535 assunzioni più 34 di sostegno, preceduta dall’Umbria (962 e 94) e dalla Basilicata (767 e 50).

L’agenzia Ansa sostiene che negli stessi giorni in cui i candidati alle assunzioni staranno valutando se accettare o meno la proposta pervenutagli, dal 12 al 20 novembre gli ambiti territoriali saranno chiamati a verificare le assegnazioni nelle classi di concorso nei diversi singoli istituti, tenendo d’occhio il già accennato criterio di proporzionalità e le diverse esigenze dei territori, come ad esempio le aree montane, quelle a bassa densità demografica, o magari caratterizzate da forti flussi migratori o anche alte percentuali di alunni stranieri.

Considerando che alcune classi di concorso risultano già esaurite prima di avviare quest’ultima tornata di assunzioni, è prevedibile che non tutte le 55.258 proposte di assunzione della ‘fase C’ andranno in porto. Il problema, tuttavia, potrebbe essere in parte superato dalla richiesta di personale docente, da parte delle scuole, non su singole classi di concorso ma su ambiti disciplinari.

In ogni caso, esaurita questa tornata di stabilizzazioni, tutti gli abilitati che non dovessero rientrarvi avranno presto la possibilità per rifarsi: entro il 1° dicembre 2015, come previsto dalla Legge 107/15, verrà pubblicato il bando di concorso a cattedre, con oltre 63 mila posti in palio, di cui alcune migliaia destinati agli insegnanti di sostegno (con questi ultimi però assegnati con una selezione a parte).

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl