Forti pressioni per ‘spacchettamento’ Ddl

tuttoscuola_logo14

Presenteremo, in sede referente, la richiesta formale di stralcio per la parte del ddl sulla scuola che riguarda le assunzioni“. Lo annuncia Simone Valente (M5S) ricordando che i pentastellati hanno già inviato nelle scorse settimane una lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, chiedendo appunto due distinti provvedimenti normativi, da far viaggiare con tempi e modalità differenti: uno per il reclutamento e uno per tutto il resto.

La sede referente del ddl Buona scuola dovrebbe partire già oggi al termine di una coda di audizioni calendarizzate per la mattinata. Dopo la presentazione della relatrice – la deputata del Pd Maria Coscia – si dovrebbe passare a discutere le proposte di stralcio che poi verranno votate. Se dovessero essere accolte, la relatrice dovrebbe presentare la proposta in Aula dove verrebbe votata.

La stessa richiesta è avanzata dalla senatrice del gruppo Misto, Maria Mussini, prima firmataria della legge d’iniziativa popolare ‘Per una buona scuola per la Repubblica’, che in un nota sottolinea inoltre come come “la richiesta di una riflessione approfondita sul disegno di legge sia stata unanime da parte dei numerosissimi auditi. Tutte le associazioni di precari, tutti i sindacati e perfino il rappresentante della Fondazione Agnelli hanno evidenziato la complessità e varietà di questo provvedimento che contiene pesantissime deleghe e che mette insieme materie molto disomogenee.  Giannini- conclude la senatrice- farebbe un buon servizio alla scuola e al Paese intero se tenesse conto di questi rilievi“.

La richiesta di ‘spacchettamento’ era stata avanzata nei giorni scorsi anche dalla responsabile scuola di Forza Italia Elena Centemero.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl