I neo-prof: arrivate via email le sedi assegnate, tra disperazione e speranze

Repubblica-scuola_logo1

di Salvo Intravaia  la Repubblica,  2.9.2015.  

Scattata l’ora X, il sito del ministero dell’Istruzione diventa una bolgia. La proposta deve essere scaricata prima di poter sapere a quale città si è destinati. Ecco le prime reazioni: “Mi mandano a centinaia di chilometri di distanza…” Se si hanno supplenze c’è tempo fino a luglio 2016. Per tutti gli altri, dieci giorni per decidere se accettareelementari-maestra11

Scatta l’ora X e migliaia di precari della scuola vengono assunti a centinaia di chilometri da casa. Poco dopo mezzanotte, il sito del ministero dell’Istruzione diventa una bolgia. Migliaia di precari tentano di entrare nel sistema per vedere in quale provincia sono andati a finire, ma spesso il sistema si inceppa. Con le mani tremanti, raccontano, hanno aperto la mail della famigerata fase B: quella che, per coprire 16mila posti rimasti vacanti dalle prime due fasi del Piano straordinario di assunzioni previsto dalla Buona scuola, può collocare i precari che hanno fatto domanda – quasi 72mila – in una qualsiasi provincia italiana. Dove c’è un posto da coprire, in altre parole. Alcuni, con situazioni familiari particolari, hanno chiesto aiuto ai colleghi per affrontare quello che chiamano il Capodanno della scuola.

Alle ore 00:01 in punto il cervellone ministeriale ha inviato alle caselle di posta elettronica dei precari inseriti nelle graduatorie ad esaurimento e degli idonei dell’ultimo concorso a posti un avviso. Ma per scoprire la sede “sorteggiata” dal cervellone ministeriale per l’immissione in ruolo, in base alle scelte operate nella domanda online, è stato necessario collegarsi al sito istanzeonline e scaricare il Pdf con la proposta. “Un gruppo di colleghe – spiega Leonardo, di Palermo – mi ha chiesto di andare a prendere una pizza tutti insieme questa sera e di aspettare l’ora fatidica in compagnia: non se la sentivano di affrontare questo momento da sole a casa”.

Palermo, coppia di insegnanti assegnati a Milano: ” Amareggiati, qui i posti ci sono”

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl