Immissioni in ruolo. Fantascienza concludere fase A entro il 15 settembre? E le altre?

Orizzonte_logo14

di Lalla,  Orizzonte Scuola  30.6.2015.  

precari-ruoli1b

Noi qualche dubbio lo avanziamo, non per partito preso nei confronti dell’apparato amministrativo degli Uffici Scolastici, ma per una riflessione sull’organizzazione dei tempi, se si vuole che l’operazione immissioni in ruolo 2015 vada a buon fine.

Il maxiemendamento approvato al Senato il 25 giugno prevede un sistema complesso e farraginoso per l’attribuzione degli incarichi a tempo indeterminato nell’a.s. 2015/16

Innanzitutto la fase A, quella dell’attribuzione dei posti in organico di diritto.

Si tratta di una procedura che si attua in rispetto dell’art. 399 del T.U. (50% da GaE e 50% da concorsi, anche precedenti a quello del 2012) nel limite dei posti vacanti e disponibili in organico di diritto, e riguarderà 21.880 docenti (posti lasciati liberi dai pensionamenti, decessi, dimissioni volontarie, sia posto comune che sostegno). Ci sono poi i posti di sostegno del piano Carrozza: rimangono da assumere 8.895 docenti di sostegno per la terza annualità, cui si sommano altri 5.582 della seconda annualità, posti rimasti vuoti per insufficienza di aspiranti nelle graduatorie.

Il limite per l’assunzione di tali docenti è posto dal maxiemendamento al 15 settembre 2015.

Poi scattano le fasi in deroga al T.U.

FASE B e FASE C interessa gli iscritti nelle GaE e nelle GM del concorso 2012 (in questa fase le eventuali GM residue di precedenti concorsi sono soppresse).

Fase B prevede assunzioni su organico di diritto residuo della fase A, 10849 posti
Fase C prevede assunzioni su organico potenziamento (nel limite dei posti della tabella 1)48.812 posti comuni e 6.446 posti per il sostegno.

Totale assunzioni 102.734 posti

Per la scuola dell’infanzia abbiamo chiarito entro quali limiti sarà possibile disporre le assunzioni DDL Riforma scuola. Immissioni in ruolo per l’infanzia da GM e GaE: alcuni chiarimenti

Per la fase B e C l’assunzione sarà con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2015, ma di fatto l’individuazione potrà arrivare nel corso dell’anno scolastico.

Entro quando? Il maxiemendamento non pone limite, e le date si rincorrono già. Fine ottobre, fine novembre, Natale? Si consideri che, con numeri molto più risicati, molti Uffici Scolastici lavorano fino a ridosso le operazioni di mobilità per l’assegnazione dei ruoli.

Perchè è così importante conoscere tale data? Perchè essa potrà avere delle ricadute anche sulla didattica. Il maxiemendamento prevede infatti che per le Fasi B e C l’assegnazione della sede, qualora non si sia già destinatari di una supplenza al 30 giugno o 31 agosto, debba avvenire a conclusione della rispettiva fase. Pertanto potrebbe esserci ancora una volta il caso di contratti stipulati fino all’avente diritto, con avvicendamento degli insegnanti nel corso dell’anno scolastico.

Per i docenti impegnati in contratti al 31 agosto la presa di servizio per il contratto a tempo indeterminato avverrà invece il 1° settembre 2016 e per docenti impegnati con supplenze al 30 giugno il 1° luglio 2016. La decorrenza economica del nuovo contratto di lavoro decorre dalla presa di servizio presso la sede assegnata.

La complessità del meccanismo dipenderà anche dalla eventuale obbligatorietà o meno della domanda di assunzione sul territorio nazionale. Qualora la domanda non dovesse essere obbligatoria (il maxiemendamento non lo specifica), non sappiamo quanto potranno essere ampie e articolate le fasi B e C.

Molto dipenderà anche dai tempi che saranno assegnati per l’accettazione della proposta. Nella versione del testo approvato alla Camera erano dieci giorni, nel maxiemendamento è scomparso ogni riferimento preciso, rimandando all’avviso che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

E molto dipenderà anche dall’efficienza del nuovo sistema informatico che si sta mettendo a punto in queste settimane per gestire un’operazione così complessa.

L’obiettivo auspicabile sarebbe concludere FASE A e FASE B entro il 15 settembre 2015, rimandando al corso dell’anno scolastico solo i posti per il potenziamento (circa metà delle assunzioni).

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl