Immissioni in ruolo fase A, compensazione eccezionale solo per sostegno?

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 29.7.2015

puzzle-diverso1a

La notizia giunge dall’Ufficio Scolastico di Roma, e si evince dal trafiletto di un decreto con cui vengono ripartiti in modo diverso i posti da assegnare alle aree di sostegno per le immissioni in ruolo della fase A

Il provvedimento dell’Ufficio Scolastico di Roma afferma

“VISTA la comunicazione via e-mail del MIUR del 28/07/2015 dove viene specificato che si può effettuare, eccezionalmente, la compensazione tra le aree in cui si registri un maggior numero di posti rispetto agli aspiranti e quelle in cui il numero dei posti risulti inferiore al numero degli aspiranti stessi”

Questo vuol dire che, evidentemente il Ministero, dopo aver negato la compensazione nella fase zero, adesso la autorizza per la fase A, in via del tutto eccezionale (e senza alcun decreto sul sito istituzionale).

Bisognerà approfondire se si tratta di un provvedimento eccezionale, espressamente richiesto dall’Ufficio Scolastico di Roma, o potrà essere esteso anche ad altre situazioni e province.

Certo, c’è da ragionare su chi si troverebbe avvantaggiato dall’autorizzazione alla compensazione: certo i docenti della provincia interessata, che così potrebbero avere maggiori possibilità di poter essere assunti nella fase A, e dunque in via provvisoria nella propria provincia /regione di inserimento.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl