Immissioni in ruolo. I numeri che non quadrano, posti maggiori saranno al Nord. Oggi chiarimenti dal Governo

Orizzonte_logo14

di Anselmo Penna,  Orizzonte Scuola 16.4.2015
NOMINE_RUOLO2

100.701 docenti immessi in ruolo, ma i posti sono al Nord, possibile esodo dalle regioni del Sud e del Centro. Leggiamo i numeri al momento a nostra disposizione.

Le assunzioni saranno così distribuite: 37.234 nella scuola dell’infanzia, 17.885 nella scuola secondaria di I grado, 44.298 nella scuola secondaria di secondo grado e 1.284 ITP.

I posti su cattedra saranno 51.889 e comprendono quelli liberi a seguito di pensionamento (18.456), i posti di sostegno (17.790), posti vacanti e disponibili (16.835), spezzoni (7.623), mentre i posti in organico funzionale saranno 48.812.

Numeri che non quadrano ad alcuni sindacati, come l’ANIEF, e ad alcune forze politiche, come il Movimento 5 stelle. Ed, infatti, oggi il Governo fornirà dei numeri aggiuntivi.

In particolare sono stati chiesti i numeri per classe di concorso e province, in modo tale da poterli incrociare e constatare la fattibilità del piano. Timore, che il fabbisogno delle scuole non sia interamente coperto dalle assunzioni e che i numeri forniti dal Governo non siano tutti quelli realmente disponibili.

Col fiato sospeso anche i precari che attendono i numeri per distribuzione regionale e provinciale dei posti liberi. Infatti, se al momento dell’assunzione i docenti non troveranno posto nella propria regione saranno dirottati in altre.

Quasi la metà dei posti liberi, per quanto riguarda l’organico di cattedra, riguarderà le regioni del nord, il resto sarà diviso tra centro e sud. Si attende, quindi, un nuovo esodo verso le regioni settentrionali.

Dipenderà molto anche dalla distribuzione tra le regioni dei 48.812 posti in organico funzionale.

I criteri inseriti nel testo del DDL vogliono una distribuzione tenendo conto dei tassi di dispersione scolastica, che sembrerebbe avvantaggiare il Sud. Ma, tra i criteri c’è anche il numero di classi e il fenomeno migratorio, che invece avvantaggiano il Nord. Vedremo quale criterio avrà maggior peso, certo è che molti docenti del Sud stanno già preparando le valigie.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl