La crisi colpisce il sistema paritario: 580 scuole chiuse in tre anni

tuttoscuola_logo14Tuttoscuola, 4.10.2016 

SCUOLA_chiusa1

– 580 scuole paritarie chiuse nel triennio. Quali possono essere le cause?

Meno alunni nelle scuole paritarie sono probabilmente la causa ma anche l’effetto della crisi che nel triennio 2012-13/2015-16 ha colpito anche le scuole.

Le difficoltà economiche nella gestione delle scuole determina aumento dei costi e quindi delle rette, con la conseguenza che molte famiglie rinunciano a frequentarle.

Ma è anche altrettanto vero che molte famiglie, a causa della crisi economica, preferiscono la scuola statale per la sua complessiva gratuità.

Nell’uno e nell’altro caso, comunque, molte scuole paritarie sono state costrette a chiudere.

Nel triennio considerato hanno chiuso ben 580 scuole paritarie, il 4,3% delle 13.487 funzionanti nel 2012-13: dopo il primo anno sono state chiuse 222 scuole, 127 il secondo anno e 231 il terzo.

Delle 580 chiuse nel triennio 432 sono scuole dell’infanzia (ben 200 nelle regioni del Sud).

Probabilmente si tratta di piccole scuole, monosezioni, che per prime hanno risentito del peso notevole dei costi di gestione, accompagnato (al Sud in particolare) dal calo demografico che ha ridotto la potenziale utenza.

La Campania è la regione che ha fatto registrare la chiusura del maggior numero di scuole paritarie (120 in meno), seguita dalla Sicilia (- 116).

L’Abruzzo è la regione che nel triennio considerato ha visto chiudere ben 32 scuole secondarie superiori, pari ad oltre il 53% delle 60 funzionanti tre anni prima.

Il trend negativo, stante la crisi economica e gli aumenti dei costi di gestione, è destinato a durare anche per i prossimi anni con pesanti ripercussioni sul sistema paritario.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl