Libri di testo solo digitali dal 2016

italiaoggi_logo2

Vietato ai docenti produrre volumi da far adottare

ItaliaOggi  12.5.2015

e-book5

Dal 1° settembre 2016 la carta dovrà lasciare il posto al digitale. Anche l’editoria dovrà adeguarsi, abbandonando la carta e producendo i nuovi libri di testo solo in formato informatico. Ai docenti rimarrà preclusa la possibilità di scrivere libri per i propri alunni, anche se a titolo gratuito. Se lo vorranno, potranno elaborare e diffondere altri materiali, sempre in formato digitale. Ma non i libri di testo. E non potranno farlo liberamente perché dovranno conformarsi ad apposite direttive che saranno impartite dal ministero. Lo prevede il nuovo testo dell’articolo 5 del disegno di legge AC2994. Anche gli avvisi e le circolari del preside non potranno più essere scritte su fogli di carta e ogni scuola dovrà promuovere la sostituzione del cartaceo con il digitale, inserendo apposite previsioni nel piano dell’offerta formativa. Tali previsioni dovranno essere collegate al piano nazionale sulla scuola digitale, che sarà elaborato direttamente dal ministero dell’istruzione.

Il piano ha come obiettivo quello di realizzare attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti, anche attraverso la collaborazione con università, associazioni, organismi del terzo settore e imprese. E di potenziare gli strumenti didattici e laboratoriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione delle istituzioni scolastiche. Inoltre, dovrà prevedere l’adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati, nonché lo scambio di informazioni tra dirigenti, docenti e studenti e tra istituzioni scolastiche ed educative e articolazioni amministrative del ministero dell’istruzione. Le migliori esperienze delle istituzioni scolastiche saranno valorizzate attraverso la promozione di una rete nazionale.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl