Mobilità, il Miur non impara dagli errori

“L’Amministrazione – spiega la delegazione della Gilda-Unams – si è presentata senza alcun testo da proporci e su cui discutere e senza sciogliere il nodo principale della trattativa che resta quello degli ambiti territoriali. La nostra inderogabile richiesta è che per il prossimo anno scolastico le operazioni di mobilità vengano effettuate sulle scuole e non sugli ambiti.

“La posizione del Miur è preoccupante – afferma Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti – perché dimostra di non aver imparato dagli sbagli commessi in passato, nonostante sia sotto gli occhi di tutti il caos provocato dalla gestione della mobilità 2015/2016. Ribadiamo, dunque, la nostra netta contrarietà agli ambiti territoriali e alla chiamata cosiddetta ‘per competenze’ e – conclude Di Meglio.
Intanto il prossimo 14 febbraio la Federazione Gilda-Unams sarà al Tar del Lazio per conoscere il misterioso algoritmo che tanto caos ha generato nella mobilità dei docenti. Il ricorso sarà patrocinato dagli avvocati Michele Bonetti, Santi Delia e Umberto Cantelli.
Roma, 15 novembre 2016

VIDEO: https://youtu.be/lkPnckE_yfw.

Gilda Tv, per vedere e ascoltare il mondo della scuola in tempo reale con un click su “Iscriviti”. Gilda Tv dal tuo smart phone scaricando l’app gratuita “Gilda tv”. Invitiamo a condividere i servizi direttamente da Yuo Tube.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl