Mobilità scuola docenti fase C: chi partecipa, quanti ambiti inserire, quali allegati per neoassunti nelle fasi B e C da GAE

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 14.5.2016

bussola-faseC26

– I neoimmessi in ruolo da fasi B e C da GaE compilano la domanda di mobilità, presente su Istanze on line fino al 2 giugno, al fine di ottenere l’ambito territoriale di titolarità in una delle 100 province italiane.

Chi partecipa alla fase C?

I docenti neoassunti al 1/9/2015 da GAE nelle fasi B e C del piano di assunzioni. Si svolgerà in un’unica fase per l’assegnazione della sede definitiva su tutto il territorio nazionale. La titolarità è solo su ambito.

I docenti della fase C presenteranno un’unica domanda in cui dovranno scegliere fino a 100 ambiti e 100 province. In questo modo potranno coprire tutto il territorio nazionale.

La domanda è obbligatoria?

  • Se il docente non presenterà domanda:

il sistema lo trasferirà d’ufficio con punti 0 a partire dalla provincia di nomina secondo l’ordine di vicinanza.

E’ obbligatorio inserire 100 ambiti e 100 province?

Il docente dovrebbe indicare 100 ambiti e 100 province. Se non lo fa il sistema completerà automaticamente la domanda inserendo tutte le preferenze non espresse secondo l’ordine di vicinanza così da coprire tutto il territorio nazionale:

  • Se il docente ha inserito almeno una preferenza o comunque non ha completato l’intera domanda:

la domanda verrà compilata automaticamente a partire dal primo ambito indicato secondo l’ordine di vicinanza e secondo il punteggio assegnato.

Ambiti territoriali: l’applicazione del Miur
Il MIUR mette a disposizione un’applicazione per la scelta degli ambiti territoriali nella domanda di mobilità della fase B, C, D.
Nell’applicazione sono presenti anche le tabelle di viciniorità tra ambiti e province Vai all’applicazione

Il servizio
Ricordiamo che l’inclusione nel Salvaprecari negli anni scolastici 2009/10 e/o 2010/11 non dà di per sè diritto a punteggio. Il punteggio deriva invece dal servizio effettivamente svolto.Mobilità docenti: anni salvaprecari valgono solo se con supplenza

In che fase sarà esaminata la domanda
Mobilità scuola docenti, in che fase sarà esaminata la tua domanda, chi ti precederà. Ordine operazioni fasi B, C, D

Gli allegati
Il docente li dovrà caricare prima nella sezione “Altri servizi” che si trova in alto a destra in istanze online all’interno del proprio profilo. L’ì troverà “gestione allegati” e avrà la possibilità di nominare e caricare l file (autocertificazioni o certificazioni nei casi previsti).
I docenti dovranno quindi inserirli prima di compilare la domanda e poi li caricheranno la momento della compilazione importandoli dallo storico.
Bisogna presentare

  • allegato D
  • eventuali esigenze di famiglia
  • Titoli
  • eventuali dichiarazioni di precedenze

L’allegato D è presente nella normativa ministeriale Vai alla pagina tranne per infanzia Modello D infanzia
Per titoli ed eventuali esigenze di famiglia l’O.M. parla di autocertificazione.
Gli allegati riportano anche delle informazioni che sono contenute nelle note della tabella allegata al CCNI in modo che il docente stesso si potrà  già rendere conto se il titolo dichiarato potrà o meno essere valutato.
Possono essere modificati a seconda delle esigenze del docente. Mobilità, modelli per dichiarare titoli ed esigenze di famiglia
Per eventuali precedenze bisogna produrre autocertificazione.
Guida rapida per l’inserimento degli allegati Vedi anche Mobilità docenti fase B, C e D: come inserire gli allegati su istanze online

Mobilità scuola docenti fase C: chi partecipa, quanti ambiti inserire, quali allegati per neoassunti nelle fasi B e C da GAE ultima modifica: 2016-05-15T05:32:31+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl