Mobilità, si rischiano le calende greche?

Gilda_logo-zeroB

dall’ufficio stampa della Gilda degli insegnanti,   16.11.2016

–  Il commento di Rino Di Meglio in seguito alla bocciatura dell’emendamento
riguardante la deroga al vincolo triennale di permanenza

afrodite-calende1

– “La mobilità straordinaria dei docenti nel 2017/2018 non può saltare: se oggi la Commissione Bilancio della Camera non accoglierà il ricorso presentato dalla Commissione Cultura, chiediamo che intervenga il Governo con un decreto legge”.

E´ quanto afferma Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, dopo che ieri la V Commissione di Montecitorio ha dichiarato inammissibile l´emendamento alla legge di Bilancio riguardante la deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di assunzione.

“L´emendamento proposto dal Miur dovrebbe sanare gli errori commessi nella mobilità 2016/2017 e senza un provvedimento ad hoc da parte di Palazzo Chigi – spiega Di Meglio – si corre il rischio di uno slittamento dei tempi nelle procedure di assegnazione delle sedi e di replicare il caos dell´anno scorso”.

Roma, 16 novembre 2016
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti

Allegati

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl