Normativa. Parità scolastica

vecchio-sito_logo1

miur_sigillo1

Nota n. 7029 del 29.10.2012. Indicazioni didattiche per l’insegnamento della religione cattolica nel secondo ciclo di istruzione.

Nota Miur n. 4334 del 24.6.2011. Scuole paritarie: numero minimo di alunni per classe.

Contributi scuole paritarie a.s. 2010/11.  Notizie della scuola – Tecnodid, maggio 2011

Studenti e insegnanti contro Bagnasco. “Perché non aiuta la scuola pubblica?”  R. Niri la Repubblica 20.3.2011

CEDU – Sentenza n. 234 del 18.3.2011. Legittimità della presenza del crocifisso nelle aule in quanto non integrante opera di indottrinamento.   da DirittoScolastico.it

Tar del Lazio. Sentenza n. 924 dell’1.2.2011. Annullamento dell’OM sugli esami di Stato in quanto discrimina il docente di attività alternative rispetto a quello di religione.

Tar Lazio Sentenza n.33433 del 15.11.2010. Il voto dell’insegnante di religione cattolica nello scrutinio finale è determinante e gli stessi hanno diritto all’attribuzione del credito scolastico.

Firmato il contratto AGIDAE (Associazione Gestori Istituti Dipendenti dall’Autorità Ecclesiastica).  dalla Gilda degli insegnanti di Vicenza, 9.11.2010
Ipotesi di accordo CCNL AGIDAE 2010-2012

Ordinanza del Tribunale di Padova del 30.7.2010. La scuola che non attiva l’insegnamento alternativo all’ora di religione cattolica commette una discriminazione religiosa.

Tar Lombardia. Sentenza n. 3586-2010. Istituto scolastico privato – sproporzione fra numero di studenti frequentanti e numero di studenti accolti per sostenere gli esami di idoneità – natura di “centro d‘esami” – revoca della parità scolastica. DirittoScolastico.it

Nota prot.n. 3981 del 20.5.2010. Scuola dell’Infanzia e Primo Ciclo di Istruzione. Pubblicato nella G.U. n. 105 del 7.3.2010 il D.P.R. 11.2.2010 concernente “Approvazione dei traguardi per lo sviluppo delle competenze e obiettivi di apprendimento della religione cattolica per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione”.
D.P.R. 11 febbraio 2010.

Consiglio di Stato Sentenza n. 2749-2010. Religione cattolica. Rilevanza per l’attribuzione del credito scolastico. Insussistenza di condizionamenti e discriminazioni. Giudizio dei docenti di religione da valutarsi nell’ambito di un giudizio complessivo sullo studente.da DirittoScolastico.it, 11.5.2010.

Nota n. 2025 del 16.3.2010. Scuole Paritarie. Indicazioni specifiche per le scuole paritarie conseguenti alla riforma della scuola secondaria superiore.

Nota prot.n. 427 del 21.1.2010. Precisazioni in merito alla scelta delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica C.M. n. 4 del 15.1.2010.

Nuovi ordinamenti della scuola secondaria di II grado. Indicazioni per le scuole paritarie. dall’USRper il Veneto, 15.12.2009.

Il no della Corte di Strasburgo al crocifisso nelle scuole [Il testo della sentenza]. S. De Laura, CittadinoLex del 3.11.2009.

TAR del Lazio. Il testo della Sentenza n. 7076/2009.

Nota prot.n. 4399 del 28.4.2009. Scuole paritarie. Contributi per l’anno scolastico 2008/2009: registrato il D.M. n. 34 del 18.3. marzo 2009. dal Miur, 28.4.2009.

DPR 23/2008 – GU 39 del 15.2.2008. Vincoli ai finanziamenti a scuole primarie paritarie. Cittadino Lex del 21.2.2008.

Nota prot.n. 1380 del 4.2.2008. Scuole Paritarie e non Paritarie. Regolamenti di attuazione dell’art 1-bis, del D.L. 5.12.2005, n. 250 convertito, con modificazioni, dalla legge 3.2.2006, n. 27. dal MPI, 11.2.2008.

Ordinanza Cons. Stato 2920/07 (Religione e Crediti).

Crocefisso nelle aule scolastiche: questioni di giurisdizione. F. Logiudice da Altalex 11/8/2006.

Nota del 21 febbraio 2006 prot. n. 1694. D.P.R. 16 gennaio 2006, n. 39 – Approvazione degli obiettivi specifici di apprendimento per l’insegnamento della religione cattolica negli istituti statali e paritari del secondo ciclo.

Obiettivi specifici di apprendimento della religione cattolica del secondo ciclo scolastico sistema dei Licei e degli Istituti di istruzione e formazione professionale.

Sentenza del Consiglio di Stato 556/2006. Perché il Crocifisso deve restare nelle aule. Cittadino Lex del 15/2/2006.

Nota Miur n. 1196  del 9 febbraio 2006. Circolare n. 84 del 10 novembre 2005 “Linee guida per la definizione e l’impiego del Portfolio delle competenze nella scuola dell’infanzia e nel primo ciclo di istruzione” – precisazioni.

Nota n. 1147 del 7 febbraio 2006. istruzione privata o familiare ed esami di idoneità.

Nota prot.n. 11477 del 6 dicembre 2005. Riconoscimento e revoche della parità scolastica. Rapporto di lavoro dei docenti.

D.D.G. prot.n. 64 del 7/12/2005. Scuole paritarie. Elenco delle scuole ammesse al finanziamento.

Private. Legittima la Legge sulla Parità scolastica. Sentenza della Corte costituzionale 33/2005, da CittadinoLex del 26 gennaio 2005.

Fondi per migliorare le scuole paritarie. da Cittadino Lex del 27 ottobre 2004.

Fondi alle scuole paritarie.  dal sito del Governo Italiano del 22/10/2004.

Miur. D.D.G. del 19 ottobre 2004. Contributi alle scuole non statali. Approvazione della graduatoria delle scuole ammesse al finanziamento per l’elevazione dei livelli di qualità ed efficacia delle attività formative.

MIUR: CM 52/04 Contributi alle scuole non statali. Esercizio Finanziario 2004.  dalla redazione della FADIS, 19/08/2004.

Corte Costituzionale, pronuncia n. 204 del  5 luglio 2004.

Corte di Cassazione Ordinanza 10 luglio 2006, n. 15614.

C.M. n. 73 del 30 settembre 2004. Contributi alle scuole non statali.

Deliberazione della Giunta regionale n. 1090 del 16.4.2004. I criteri e le modalità per l’erogazione dei buoni scuola per l’a.s. 2003-2004.

C.M.18/3/2003, n.31. Disposizioni e indicazioni per l’attuazione della Legge 10 marzo 2000, n. 62, in materia di parità scolastica.

Delibera Regione Veneto n. 611 del 10/03/2003.  Con atto CR n. 6 del 21/02/2003 la Giunta regionale del Veneto ha approvato i criteri e le modalità di erogazione dei buoni scuola per l’a. s. 2003/04.

Legge regionale 19 gennaio 2001, n. 1.  Interventi a favore delle famiglie degli alunni delle scuole statali e paritarie.

Legge regionale 13 aprile 2001, n. 11. Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle autonomie locali in attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112.

Ordinanza Ministeriale 26/6/1992, N. 215. Applicazione dell’art. 14 della legge 148/90

Corte Costituzionale. Sentenza n. 13/1991.
Chi non si avvale dell’IRC non può essere costretto ad accettare “l’ora alternativa”.

Legge 25/3/1985 n° 121. Ratifica ed esecuzione dell’accordo con protocollo addizionale, firmato a Roma il 18/2/1984, che apporta modifiche al Concordato lateranense dell’11/2/1929, tra la Repubblica italiana e la Santa Sede.

Legge 27/5/1929 n° 810. Esecuzione del Trattato, dei quattro allegati annessi, e del Concordato, sottoscritti in Roma, tra la Santa Sede e l’Italia, l’11 febbraio 1929.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl