Ok alle date per i test Invalsi: dal 3 maggio nella primaria e dal 7 maggio nelle superiori

sole-scuola_logo14

– E’ di qualche giorno fa la lettera pervenuta ai presidi dalla presidente dell’Invalsi che annuncia l’avvio delle procedure per lo svolgimento delle prove Invalsi 2018, anche alla luce delle novità apportate dal Dlgs 62/2017.

Scuola primaria
Le prove in questa fascia di età continuano ad essere somministrate con i tradizionali fascicoli cartacei. Ma per la prima volta, nell’ultimo anno (quinta elementare), esordirà la prova d’inglese per valutare le competenze ricettive (comprensione della lettura e dell’ascolto) riferite al livello A1 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (Qcer).
Secondo il calendario il 3 maggio 2018 ci sarà la prova d’inglese in V primaria, il 9 maggio 2018 la prova di italiano in II e V primaria (e la prova preliminare di lettura solo per le classi campione della II primaria); l’11 maggio 2018 la prova di matematica in II e V primaria.

Scuola secondaria di primo grado
Oltre alle prove di italiano e matematica, nelle classi III della scuola secondaria di primo grado esordirà la prova d’inglese che riguarderà le competenze ricettive (comprensione della lettura e dell’ascolto) riferite al livello A2 del Qcer.
Le terze medie sosterranno le prove in più sessioni organizzate autonomamente dalle scuole in un arco temporale definito dall’Invalsi, tra il 4 aprile e il 21 aprile 2018.

Scuola secondaria di secondo grado
Le classi II della scuola secondaria di secondo grado sosterranno le prove di italiano e matematica, comprensive anche del questionario studente, in più sessioni organizzate autonomamente dalle scuole in un arco temporale definito dall’Invalsi, tra il 7 maggio e il 19 maggio 2018.

Prove on line
Per le scuole secondarie di primo e secondo grado la somministrazione avverrà per la prima volta tramite computer (Cbt – computer based testing), quindi interamente on line con una piattaforma capace di operare sui principali sistemi operativi.
Le prove Cbt costituiscono un forte elemento di innovazione e consentiranno di fornire alle scuole informazioni più ricche e articolate. Inoltre, azzereranno il lavoro di immissione dei dati e di correzione delle domande a risposta aperta, fino all’anno scorso affidato ai docenti. Vantaggio da non sottovalutare, tenuto conto che, secondo il Dlgs 62/2017, le prove Invalsi e lo svolgimento delle azioni a esse connesse costituiscono attività ordinaria d’istituto.

Notizie aggiuntive
Per dar corso alle procedure connesse con le prove è necessario iscriversi, a partire dalle ore 15.00 del 10 ottobre 2017 ed entro le ore 16.30 del 31 ottobre 2017, seguendo le indicazioni fornite sul sito dell’Invalsi. In allegato alla lettera ai presidi, un dettagliato allegato tecnico.
Entro il 30 novembre 2017 l’Invalsi invierà alle scuole una nota specifica relativamente al trattamento dei dati connessi allo svolgimento della prova Invalsi, e una nota tecnica legata agli aspetti informatici e organizzativi per lo svolgimento delle prove.
Nella nota l’Invalsi comunica la sua estraneità a proposte di adesione, pervenute alle scuole in varie forme, a corsi online di addestramento alle prossime prove. Qualora queste iniziative dovessero ripresentarsi l’Istituto si tutelerà con idonee azioni legali.

.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl