Ore eccedenti fino a 6 pagate solo fino al 30 giugno

Orizzonte_logo14

di Lalla,  Orizzonte Scuola  5.6.2015.

monete_20

Il Miur ritiene che il pagamento delle ore eccedenti fino al 31 agosto debba riguardare solo le ore strutturate sulla cattedra (le cattedre a 20 ore).

Nei restanti casi il pagamento, sempre secondo il Miur, deve  essere limitato al 30 giugno.

In sostanza – spiega la FLC CGIL – l’amministrazione sostiene che le ore eccedenti prestate in classi collaterali (spezzoni fino a 6 ore), attribuite ai docenti a tempo indeterminato, debbano essere retribuite fino al 30 giugno, analogamente alla scadenza dei contratti a tempo determinato. Questo perché solo per la cattedre strutturate a più di 18 ore settimanali spetta il pagamento per tutto l’anno, ovvero fino al 31 agosto. Quindi, solo il personale titolare su cattedra superiore alle 18 ore avrebbe diritto al pagamento delle ore eccedenti per l’intero anno scolastico, per gli altri la liquidazione va computata sino al 30 giugno.

A questo punto – sottolinea il sindacato UIL che insieme agli altri rappresentativi ha incontrato l’amministrazione – ci sono due docenti a tempo indeterminato che fanno le stesse ore di servizio e che vengono retribuiti in maniera diversa.

Altro aspetto sottolineato da sindacati e’ che anche su questi aspetti ci siano comportamenti difformi sul territorio.

A settembre 2014 già le ragionerie territoriali avevano fatto sapere di stare disponendo i contratti al 30 giugno, in attesa di decisioni da parte del MEF Ore eccedenti vanno pagate fino al 30 giugno o 31 agosto? Lo dica il MEF

Naturalmente la decisione del Miur, se confermata, dovrà essere trascritta in una circolare e trasmessa alle segreterie scolastiche.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl