Pensione scuola: istruzioni per le domande a partire dal 1 settembre 2015

Orizzonte_logo14

di Lucrezia Di Dio,  Orizzonte Scuola  19.6.2015.  

inps_logo8

Con il messaggio 4162 l’INPS ha reso note le istruzioni per trasmettere i dati per i pensionamenti a partire dal 1 settembre 2015. Le istruzioni riguardano le cessazioni di servizio a partire dal 1 settembre nel comparto scuola e i relativi trattamenti di quiescenza.

Come presentare domanda
La domanda può essere presentata nei seguenti modi:

  • direttamente dagli interessati in maniera autonoma, attraverso i servizi telematici del portale dell’INPS a cui si può accedere attraverso il proprio PIN identificativo
  • rivolgendosi ai patronati
  • Attraverso Contact Center integrato che si può raggiungere chiamando il numero 803164 da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile

L’interessato dovrà comunicare all’INPS i dati necessari alla liquidazione e al pagamento della trattamento pensionistico e le istruzioni riguardano sia il personale docente che quello ATA ma anche gli insegnanti tecnico-pratici provenienti da enti locali.

Procedura
Per tutto il personale del comparto scuola che cesserà il servizio a partire dal 1 settembre 2015 i dati saranno trasmessi, in concomitanza con i rispettivi prospetti cartacei relativi alle pratiche, attraverso i flussi informatici direttamente dagli Uffici scolastici provinciali rispettando le seguenti scadenze:

  • 7 maggio
  • 21 maggio
  • 4 giugno
  • 18 giugno
  • 2 luglio

Il flusso conterrà anche i dati del personale che ha trasformato il rapporto di lavoro a tempo parziale ai sensi del Dm numero 331/1997. Per questi soggetti la lavorazione nel sistema sarà possibile solo dopo aver ricevuto il cartaceo con l’indicazione della percentuale di part-time da applicare. La competenza alla lavorazione della pratica è attribuita alla sede provinciale dove è ubicata l’ultima sede di lavoro del pensionando.
Il MIUR per consentire di individuare agevolmente l’ultima scuola di appartenenza, ha invitato le scuole a trasmettere in modo corretto i dati richiesti. La lavorazione della pratica, infatti, è di competenza della sede provinciale in cui è ubicata l’ultima sede di lavoro del pensionando, quindi l’ultima scuola di appartenenza.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl