Pensioni ultime notizie attese novità mini pensioni, quota 41 non devono far dimenticare novità per quota 96, esodati

Business_logo1

di Chiara Compagnucci,   Business on line  10.11.2016

– Nuovi presidi per chiedere novità per le pensioni risolutive per esodati e quota 96 della scuola: questioni ancora aperte nonostante recenti mini pensioni e quota 41

orologio-pensioni2

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30):  Se le mini pensioni e quota 41 sono al centro dell’interesse di milioni di persone e sono le novità per le pensioni del momento anche nelle ultime notizie e ultimissime non si può dimenticare la dura battaglia che da qualche anno in più si combatte per esodati che sembra non abbia mai fine e quota 96. Non era meglio fare delle novità per le pensioni che risolvessero le esigenze più sentite dei cittadini e i problemi che da anni persistono tutte in una volta?

In vista dell’approvazione del nuovo testo unico continuano le discussioni sulle diverse misure da inserirvi, comprese le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che la maggioranza, d’accordo con le forze sociali, ha messo a punto per rispondere alle richieste che si susseguono ormai da anni di revisione delle regole pensionistiche attualmente in vigore. Le ultime notizie, infatti, confermano ancora una grandissima difficoltà da parte di diverse categorie di lavoratori soprattutto di maturare gli attuali requisiti pensionistici richiesti, troppo rigidi e stringenti, motivo per il quale da tempo ormai si susseguono richieste di abbassamento dell’età pensionabile. Si tratta di richieste che hanno ricevuto risposte decisamente minime rispetto a quelle che si volevano: una mini pensione e quota 41 molto ristrette e limitate, con diversi paletti, al posto di una quota 100 e una quota 41 per tutti e senza oneri, a causa della mancanza di soldi. Il budget decisamente ristretto ha infatti costretto a limitarsi nella definizione di novità per le pensioni che permettessero ai lavoratori che lo volessero di lasciare anzitempo la propria occupazione.

E nonostante le  ultime notizie che continuano a riportare polemiche e proteste minime novità per le pensioni di prepensionamento, con relativi ulteriori chiarimenti anche se ne restano molti altri da definire, sono state annunciate per accontentare la necessità di prepensionamento di alcune persone. Se è stato compiuto questo passo, da una parte, insieme alla decisione di aumentare le pensioni base, dall’altra, non bisogna dimenticarsi di questioni ancora aperte ma che sembrano essere passate in secondo piano. Stiamo parlando di esodati e quota 96, risultato degli errori compiuti dalle attuali norme pensionistiche in vigore che non hanno tenuto conto della specificità di alcuni comparti lavorativi, come quello della scuola, né di meccanismi esistenti prima delle attuali regole, come gli accordi per la pensione anticipata tra lavoratori e imprese.

Per quanto riguarda gli esodati, l’ottava salvaguardia inserita nel nuovo testo unico non sarebbe risolutiva, lasciando fuori dalla tutela ancora tanti lavoratori, ed è proprio per ribadire la necessità di una soluzione definitiva alla questione che è stato organizzato un nuovo presidio davanti alla sede del Ministero del Tesoro dal comitato degli esodati. L’invio alla maggioranza è quello di risolvere una volta per tutte un problema che si trascina ormai da troppo tempo ma che merita di essere risolto. E continua anche la lotta dei cosiddetti Quota 96, lavoratori della scuola, risultato di un altro errore dell’entrata in vigore delle attuali regole pensionistiche. Anche in questo caso è stato organizzato, per lunedì prossimo, un nuovo presidio a Montecitorio  per chiedere nuovamente la possibilità per questi lavoratori di andare in pensione con le vecchie regole pensionistiche e per protestare contro le attuali novità per le pensioni, e in particolare contro la mini pensione con piano di rimborso 20ennale.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl