Pensioni, verifica se entri nell’ottava salvaguardia

Pensioni-Oggi_logo14

PensioniOggi,  1.11.2016

– Aggiornato il programma di Pensionioggi.it per controllare in anteprima se si rispettano i requisiti previdenziali per partecipare alla nuova salvaguardia

inps-8salvaguardia2

Con la pubblicazione ufficiale del testo della Legge di Bilancio per il 2017 è ormai possibile avere un primo quadro relativo alla nuova tranche di 27.700 lavoratori che potranno prepensionarsi in deroga alla Legge Fornero. La novità è degna di nota anche se quest’anno passa un pò in secondo piano per via di ulteriori modifiche alla Legge Fornero che entreranno in vigore il prossimo 1° maggio 2017 come in particolare le agevolazioni per il lavoro precoce e l’APE sia nella forma agevolata che volontaria per chi ha raggiunto i 63 anni di età. Per rispondere alle decine di domande che ci pervengono sulla possibilità o meno di accedere alla futura salvaguardia, abbiamo concluso l’aggiornamento del programma che consente di verificare se si rispettano i vari paletti per entrare nella 8° salvaguardia con l’individuazione della prima data utile per accedere alla pensione.

L’aggiornamento contempla, come in passato, anche le deroghe previste in favore dei cd. quindicenni e di coloro che possono mantenere i requisiti agevolati di cui alla legge Dini, 57 anni e 35 di contributi (si tratta soprattutto di autorizzati ai volontari entro il 20 luglio 2007). Nel programma è possibile anche determinare la data di pensionamento, con le vecchie regole, a prescindere dalla salvaguardia sino al 31 dicembre 2021, una funzionalità utile per comprendere anche la ragione per la quale si risulta fuori dal perimetro di tutela (ad esempio per maturazione del diritto alla pensione oltre i 36 mesi dal termine della mobilità o del trattamento edile, oppure a causa della maturazione della decorrenza della pensione oltre il 6 gennaio 2019 o 6 gennaio 2018 per gli altri profili di tutela previsti dalla normativa).

Il testo della Legge questa volta non lo specifica ma si ritiene che, al pari di quanto previsto con la scorsa salvaguardia, che la pensione per chi entrerà nel perimetro di tutela non potrà avere decorrenza anteriore al 1° gennaio 2017 (cioè non prima della data di entrata in vigore della legge di Bilancio). Gli interessati avranno tempo sino al 1° marzo 2017 per presentare domanda di accesso alla salvaguardia all’Inps o alle direzioni territoriali del lavoro a seconda del proprio profilo di tutela. Si rammenta che la normativa non è ancora legge dello stato e, pertanto, sono possibili ancora dei cambiamenti da qui alla fine dell’anno.

 

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl