Perché il concorso procede a passo di lumaca?

tuttoscuola_logo14Tuttoscuola, 31.10.2016 

lumaca-concorso1

– Il concorsone avanza lentamente, molto lentamente, verso una conclusione ancora piuttosto lontana.

Ad oggi restano da definire, con l’approvazione della relativa graduatoria di merito, circa 500 procedure concorsuali, un terzo di quelle attese.

In quelle procedure non concluse (per molte si attendono ancora gli esiti delle prove scritte) sono tuttora in palio quasi 40 mila posti, cioè il 62% dei 63.712 posti messi a concorso.

Si sa già per certo che molte di quelle 500 procedure si concluderanno a primavera, dopo oltre un anno dalla pubblicazione dei bandi del febbraio scorso.

La ragione di questa lentezza di procedura deriva dal fatto che i componenti delle commissioni, dirigenti e docenti, sono in servizio attivo e, non potendo fruire di distacco, sono costretti a utilizzare scampoli di tempo per il concorso.

Inoltre, laddove vi sono anche sottocommissioni a causa del numero elevato di candidati, è necessario coordinare le disponibilità di ogni componente, con complicate calendarizzazioni per assicurare le presenze di tutti.

Quello delle commissioni di concorso si conferma, dunque, come uno degli elementi di maggior criticità di questa tornata concorsuale.

Si tratta di un vulnus rilevante – non dimentichiamo la questione dei compensi, denunciata da Tuttoscuola, e delle conseguenti numerose rinunce dei commissari. Un vulnus che ha compromesso in molti casi la regolarità del concorso e che dovrà essere risolto adeguatamente e per tempo in vista dei prossimi concorsi, a partire da quello imminente per dirigenti scolastici.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl