Piattaforma INDIRE: Peer to Peer, come realizzare e documentare la formazione tra pari (parte 1 – Progettare)

Professionisti_logo1

di Anna Chiara,   Professionisti Scuola Network  21.2.2016

Peer-to-Peer4a

Curriculum formativo indire PSN

–  FORMAZIONE TRA PARI: COME REALIZZARE E DOCUMENTARE IL PEER TO PEER NELLA PIATTAFORMA INDIRE (parte 1 – Progettazione)

ATTIVITÀ’ PROGETTUALE

1) PROGETTAZIONE
L’attività progettuale è uno degli elementi che concorreranno a descrivere e documentare le due attività didattiche in collaborazione con il tutor, preferibilmente nella fase peer to peer.
Le attività saranno incluse nel portfolio, parte centrale della documentazione che verrà consegnato al comitato di valutazione per la discussione finale.
Si ricorda che è importante inserire la progettazione, prima dell’azione dell’attività.
Per questa attività la piattaforma rende disponibili, nella sezione risorse per i docenti, una serie di materiali didattici disponibili per la consultazione.
Occorre dare un titolo dell’attività (max 255 caratteri, spazi compresi) e presentarne una breve sintesi (max 1000 caratteri, spazi compresi)
In allegato occorre aggiungere un file che illustri in modo completo la fase di progettazione della lezione, fatta in collaborazione con il tutor. Può essere un testo, una presentazione di diapositive, un foglio di calcolo, un pdf. Se avete problemi di spazio sono accettati anche i file compressi.
Per ciascuna attività didattica da documentare, occorre compilare i campi previsti (titolo dell’attività, una sintesi di essa, nuclei disciplinari prevalenti, tipo di scuola, ecc.) oltre che caricare un file in cui si descrive la progettazione dell’attività. In particolare, è importante indicare la successione di azioni che hai previsto di fare, illustrando come può svilupparsi l’attività.
Attenzione! Si può allegare un unico file (ogni ulteriore caricamento sostituirà il precedente) e il peso del file non deve superare i 7 Mb.

2) RIFLESSIONE SULLA PROGETTAZIONE
Questa sezione, attraverso una serie di domande-guida,  aiuta a riflettere sull’attività didattica progettata, realizzata e documentata. Ti consigliamo di seguire le Indicazioni per la compilazione e compilare i campi presenti nella pagina.(2500 battute per campo) Nessun campo è obbligatorio.

IDEAZIONE
-Come hai costruito il progetto, con quale percorso? Quali processi hai attivato?
-Da quale problema/stimolo sei partito?
-Come hai tenuto conto del contesto (classe/sezione, singoli allievi, scuola)?
-(curricolare) Se nella classe/sezione è presente il docente di sostegno come hai collaborato con lui per strutturare il/i percorso/i in un’ottica inclusiva?
-(sostegno) Come hai condiviso con il/i docenti curricolari il progetto e come lo hai integrato nel percorso della classe/sezione?

CONCETTI CHIAVE E NUCLEI TEMATICI (max 2500 caratteri):
-(infanzia) Quali sono i concetti chiave/nuclei tematici del campo di esperienza che hai pensato di affrontare? Sono presenti nodi che connettono più campi di esperienza?
-(primaria, secondaria) Quali sono i concetti chiave/nuclei tematici della disciplina che hai pensato di affrontare? Hai inserito nella progettazione aspetti interdisciplinari?)
-(sostegno) Quali sono le problematiche che hai pensato di affrontare?

OBIETTIVI E COMPETENZE (max 2500 caratteri)
-(curricolari) Indica a quali aree delle indicazioni nazionali/linee guida hai fatto riferimento nella progettazione della tua attività e della configurazione dell’ambiente di apprendimento.
-(curricolari) Hai tenuto conto delle diversità (culturali, sociali e di abilità) presenti nella classe/sezione? Hai previsto obiettivi e attività personalizzate?
-(sostegno) Quali obiettivi hai previsto per il tuo percorso? Quale connessione con gli obiettivi della classe/sezione? Quali obiettivi della classe/sezione (se connessi) hai selezionato e hai dovuto personalizzare?

VALUTAZIONE (max 2500 caratteri):
-(curricolari) Quali strumenti di valutazione hai previsto per la tua attività (prove strutturate, prove tradizionali, verifiche autentiche, compiti, rubriche di osservazione, ecc.)?
-(sostegno) Quali strumenti di valutazione hai previsto per l’attività (prove strutturate, prove tradizionali, verifiche autentiche, compiti, rubriche di osservazione, ecc.)? La valutazione è comune/parallela a quella della classe/sezione oppure è completamente differente? Se ha punti di contatto con la valutazione della classe/sezione la prova è uguale o ha degli elementi di differenza? È previsto l’uso di strumenti compensativi? È prevista una scala differente di misurazione?
-(solo scuola infanzia): Quali strumenti di osservazione, documentazione, verifica hai previsto per “regolare” il contesto di lavoro e di esperienza dei bambini?

RUOLO DEL TUTOR
(max 2500 caratteri):
Come il tutor accogliente ha contribuito alla tua progettazione e come l’esperienza specifica di progettazione documentata pensi abbia influito sulla tua professionalità?

ATTIVITA’ E MEDIATORI
(max 2500 caratteri):
(Curricolare) Quali attività hai previsto per attivare gli allievi? Hai previsto dei mediatori e strumenti (supporti testuali, schede, uscite, utilizzo di laboratorio, oggetti o modelli, LIM, app e programmi per computer o tablet, video, immagini, ecc.)?
(sostegno) Quali attività hai previsto per attivare gli allievi? Hai previsto specifici mediatori (supporti testuali, schede, uscite, utilizzo di laboratorio, oggetti o modelli, LIM, app e programmi per computer o tablet, video, immagini, ecc.) o ausili (comunicatori, strumenti compensativi, software specifici, schede ristrutturate, ecc.)?
(solo scuola infanzia): “Quali situazioni di apprendimento (formali e informali) hai promosso per coinvolgere i bambini? Come hai allestito l’ambiente-sezione (angoli, spazi aperti, materiali strutturati e non, ecc.)?
In allegato la guida disponibile su piattaforma INDIRE sulle indicazioni per la compilazione dell’attività didattica.
Invitiamo i docenti tutor ad unirsi al gruppo di studio Formazione Docenti 2015/16 che PSN ha creato per essere d’aiuto e supporto a tutti i docenti neoimmessi e ricordiamo lo spazio dedicato da PSN alla raccolta di materiali utili Link

Piattaforma INDIRE: Peer to Peer, come realizzare e documentare la formazione tra pari (parte 1 – Progettare) ultima modifica: 2016-02-22T05:39:31+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl