Piattaforma INDIRE: Peer to Peer, come realizzare e documentare la formazione tra pari (parte 2 – documentazione e riflessione)

Professionisti_logo1

di Anna Chiara,   Professionisti Scuola Network  21.2.2016

Peer-to-Peer2a

Progettazione PtP 2–  DOCUMENTAZIONE DELL’ATTIVITA’

Per documentare l’attività svolta, viene richiesto di allegare materiali digitali che possono essere raggruppati in quattro tipologie, di cui le prime tre sono obbligatorie:

  • Materiali utilizzati durante la lezione (preparati prima o durante l’attività) e/o predisposti per l’attività degli studenti (schede, immagini, consegne, supporti, slide, ecc.);
  • Materiali prodotti dagli studenti durante l’attività (esercizi, trascrizione di domande, elaborati, ecc.);
  • Documentazione dell’attività (testo, audio, video, foto);
  • Materiali facoltativi: riflessioni a caldo sull’attività svolta (del docente, del tutor, degli studenti).

È consentito al massimo il caricamento di 10 file, ciascuno di dimensione massima pari a 7MB.

Per allegare un materiale, cliccare su “Aggiungi” e poi scegliere tra “Video”, “Raccolta file”, “Gallery”, “Raccolta link” o “Testo libero” e compilare i campi previsti.

RIFLESSIONE SULL’ATTIVITA’ SVOLTA NEL PEER TO PEER
 Attraverso una serie di domande guida, questa sezione aiuta nella riflessione sull’attività didatticaprogettata, realizzata e documentata. Nessun campo è obbligatorio. E’ possibile salvare quanto scritto cliccando su “Salva”, e tornare successivamente a modificare o integrare la riflessione.
Nel momento in cui si preme il pulsante “Salva”, compare per qualche secondo un messaggio relativo alla procedura di salvataggio: il messaggio comunica per qualche secondo l’esito positivo (se su sfondo verde) o negativo (se su sfondo rosso). Sarà inoltre visibile l’orario dell’ultimo salvataggio effettuato.
E’ possibile integrare o modificare le risposte fino alla conclusione della formazione online, ovvero fino al momento in cui si esporta la documentazione da presentare al comitato di valutazione per la discussione finale.

  • La sessione di lavoro si è sviluppata come avevi previsto? Hai potuto sviluppare tutti i punti del percorso come avevi previsto? Se no quali modifiche e perché? (max 2500 caratteri)
  • In particolare quale/i attività che avevi previsto nella progettazione sono state modificate durante l’esperienza? (max. 2500 caratteri)
  • Quali sono state le ragioni del cambiamento? (eventi imprevisti, stimoli costruttivi emersi durante la lezione, domande degli allievi, una non adeguata previsione dei tempi, una non adeguata valutazione delle difficoltà che avrebbero incontrato gli allievi…). (max. 2500 caratteri)
  • Gli obiettivi previsti sono stati tutti raggiunti? Se no, quali non sono stati raggiunti o sono stati raggiunti in modo diverso da quanto previsto? (max. 2500 caratteri)
  • Quali attività hanno avuto maggiore successo? Quali mediatori hanno meglio funzionato? (max. 2500 caratteri)
  • La valutazione ha fornito informazioni adeguate sugli apprendimenti? Se no, perchè? Che cambiamenti proporresti? (max. 2500 caratteri)
  • Come miglioreresti la sessione di lavoro? Con particolare riferimento (1) alla progettazione iniziale, (2) alla rispondenza dell’attività alle linee guida/indicazioni nazionali, (3) alla sostenibilità, (4) allaadeguatezza della proposta in relazione ai bisogni e ai livelli della classe/sezione, dello studente. (max. 2500 caratteri)
  • Come le osservazioni del tutor hanno contribuito a vedere sotto una luce diversa la tua azione e come l’esperienza specifica documentata pensi possa influire sulla tua futura modalità di agire in classe/nella sezione? (max. 2500 caratteri)

Tutti i conteggi si intendono spazi inclusi
In allegato la guida disponibile su piattaforma INDIRE sulle indicazioni per la compilazione dell’attività didattica
Invitiamo i docenti tutor ad unirsi al gruppo di studio Formazione Docenti 2015/16 che PSN ha creato per essere d’aiuto e supporto a tutti i docenti neoimmessi e ricordiamo lo spazio dedicato da PSN alla raccolta di materiali utili Link

Piattaforma INDIRE: Peer to Peer, come realizzare e documentare la formazione tra pari (parte 2 – documentazione e riflessione) ultima modifica: 2016-02-23T05:00:01+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl