Primaria, non si boccia più e alle medie voti in lettere. Più peso al credito formativo

oggi-scuola_logo16

Oggiscuola  9.11.2016

esami-medie-orali2016d

– Valutazione degli studenti di primaria e medie, esami di Stato e competenze degli studenti. Sono i tre punti sui quali si è focalizzata la discussione durante il Tavolo tra il sindacato e il Miur.

La novità più importante riguarda il primo ciclo e, in particolare i rappresentanti del ministero hanno chiarito che la valutazione alla scuola media non sarà più effettuata con voti numerici bensì con lettere, in coerenza con quanto previsto dalle Indicazioni Nazionali. Come era già stato qualche anno fa.

Inoltre non si potrà bocciare gli studenti della scuola primaria.

Rispetto all’esame conclusivo delle Superiori, invece, dovrebbe cambiare la consistenza del credito scolastico e del peso attribuito alle prove: 40 punti per il credito e 60 alle prove. Si punta, quindi, a una maggiore valorizzazione di tutto il periodo scolastico scolastico. La prova Invalsi, per gli alunni delle classi quinte, dovrebbe svolgersi nella prima parte dell’anno. C’è un ripensamento sull’ipotesi che i commissari delle prove Invalsi siano unicamente interni, quindi le commissioni dovrebbero restare miste.

Modifiche, queste, che entreranno in vigore a partire dal prossimo anno.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl