Professoressa razzista su Facebook: “I bimbi mussulmani bisogna eliminarli”

NuovaVenezia_logo14

La Nuova Venezia, 20.10.2016

– Venezia, interrogazione al ministero dei deputati Marcon e Costantino di Sinistra italiana sul caso della docente di inglese: “Può insegnare?” 

stranieri52

 

 

VENEZIA. “A poi ho torto quando dico che bisogna eliminare i bambini dei mussulmani perché tanto sono tutti delinquenti”. Così, F.P., docente di Inglese nei licei veneziani scrive il 22 luglio sul suo profilo Facebook. E non è certo uno sfogo una tantum: “Speriamo che affoghino tutti… che non se ne salvi nessuno”, “Mi dispiace che qualche profugo si salva” (posta il 20 agosto), “almeno morissero tutti” (scrive il 18 agosto), aggiungendo “bruciateli vivi”, “ammazzateli tutti” (7 agosto).

Alcuni dei post della professoressaAlcuni dei post della professoressa

A sollevare il caso della professoressa razzista, che tra un post e l’altro sugli animali più buoni degli umani, carica pagine che inneggiano a Mussolini e si augura la morte di questo o quell’immigrato, tra un insulto al sindaco Brugnaro e uno a Renzi e consorte, sono i deputati  Giulio Marcon e Celeste Costantino, di Sinistra Italiana, in un’interrogazione rivolta al ministro della Pubblica Istruzione, chiedendo che apra un’indagine, disponendo un’ispezione presso il liceo Marco Polo per verificare se la docente di lingua inglese si esprima allo stesso modo quando insegna.

Alcuni dei post della professoressaAlcuni dei post della professoressa

“Al di là del disgustoso linguaggio di stampo razzista, violento e apertamente fascista, che di per sé meriterebbe una sanzione adeguata e probabilmente un intervento della magistratura per l’aperto incitamento all’uccisione e allo sterminio e alla pulizia etnica – dicono i parlamentari di Sinistra Italiana – ci preme mettere al riparo i più giovani dalle eventuali ricadute che una simile gretta e infame predicazione di odio e xenofobia può avere sui percorsi formativi, agevolata, nel caso, dall’autorevolezza che di per sé, dato il ruolo, un’insegnate detiene. Di qui la richiesta al Ministro di chiarire cosa accada nelle classi in cui opera la prof.ssa P.”.

Alcuni dei post della professoressa

Alcuni dei post della professoressa

Già insegnante al liceo Foscarini, la professoressa aveva subito un procedimento disciplinare per i suoi eccessi, che però si era risolto in un semplice richiamo. Poi il cambio di liceo.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl