Renzi a Venezia il 3 maggio. Alcuni docenti precari GaE Veneto contro il DDL Scuola

Orizzonte_logo14

di Alessandra Michieletto,   Docenti Precari GaE Veneto,  Orizzonte Scuola  2.5.2015

Renzi-Giannini4

Cari Genitori, Cari bambini e ragazzi, In questi giorni si sta sentendo molto parlare della Scuola Pubblica e della Riforma di Matteo Renzi.

I Nostri Parlamentari in questi ultimi anni hanno sempre lamentato la cattiva scuola italiana, peccato che all’estero è sempre stata d’esempio a tutti! Molti non sanno, per esempio che sono 5 anni che degli studenti Italiani di scuola superiore vincono i Campionati mondiali di Robotica……

Dicono che i Docenti Italiani fanno troppe vacanze ma non sanno che gli insegnanti restano a scuola sino ad oltre il 20 luglio (per gli esami di stato) e che rientrano spesso intorno al 24 agosto (per i corsi di recupero e gli esami di riparazione), fanno più giornate di didattica di tutti gli altri paesi Europei (più di 200)

Inoltre non dicono che gli stipendi degli Insegnanti Italiani sono i più bassi d’Europa e gli stipendi dei Politici Italiani sono i più alti del Mondo. Dicono che le scuole in Europa sono aperte anche d’estate e che fanno i Campi estivi, ma non dicono che sono chiuse nel periodo invernale, ed autunnale.

Inoltre non dicono che i Campi Estivi delle scuole sono tenuti da altre persone, perché i Docenti sono in FERIE

Dicono che lavorano solo 18/24 ore settimanali, non dicono che tra preparazione dei compiti, correzione, aggiornamenti vari, riunioni collegiali ed altro superano le 38 ore settimanali.

Il Premier Matteo Renzi vuole cambiare la scuola, con un DDL “La Buona Scuola” sicuramente scritta da chi non sa nulla di scuola.

In tale DDL ci sarà una sola persona il “Preside Onnisciente Sceriffo” che deciderà la didattica, l’organizzazione, la gestione della scuola. Egli sceglierà gli Insegnanti e cosa dovranno insegnare secondo dei criteri che potrà decidere da solo. Questo porterà a creare scuole di serie A, di serie B, di serie C.

E se non riuscirete ad inserire i Vostri figli nella scuola di serie A, vi dovrete accontentare?ù

In più la scuola statale potrà essere sovvenzionata da Sponsor, che come tali avranno diritto a modificare la didattica in funzione delle proprie esigenze (Art. 33 della Costituzione Italiana: L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento.)

Cosa chiedono gli Insegnanti?

Chiedono di non dover comprarsi la carta igienica per la scuola, il sapone, il materiale delle pulizie, il materiale didattico, i colori, i gessi, i pennarelli, i computer, la carta, le fotocopie……

Chiedono la messa in sicurezza degli edifici, finanziamenti alla scuola che cade a pezzi. Non tutti sanno che in questi anni ci sono stati tanti tagli alla scuola pubblica e che con questi tagli non si sa cosa sia stato finanziato, visto che il debito pubblico è aumentato. Gli altri Paesi Europei, in periodo di crisi hanno investito sull’Istruzione, in Italia, hanno Tagliato.

Il 5 maggio è stato indetto uno sciopero generale da parte dell’intero mondo della scuola, ma questo sarà solo l’inizio di una protesta che cesserà solo con il ritiro del DDL. Noi scioperiamo anche per i nostri alunni.

Vi invitiamo a far sapere quanto sopra e a diffondere il seguente messaggio: “Caro Politico, caro Amico, ti scrivo per comunicarti che alle prossime elezioni, che siano Comunali, Provinciali, Regionali o ancor peggio Nazionali, non solo andrò a votare, ma voterò e chiederò di sostenere i candidati dei partiti politici che avranno il coraggio di votare contro il DDL della riforma della scuola di Renzi. Noi che abbiamo sempre messo al primo posto le esigenze degli alunni, in questi anni abbiamo rappresentato “La buona scuola”, non certo Governo, con i suoi Tagli o Matteo con le sue vane promesse!”

# SI PUO’ FARE: LA SCUOLA SI ALZA LA “BUONA SCUOLA” SI CASSA
RENZI A VENEZIA IL 3 MAGGIO ALL’INAUGURAZIONE DEL PADIGLIONE EXPO AQUAE

Per tutte le violenze che state consumando su di Lei,
per tutte le umiliazioni a cui la sottoponete,
per il suo corpo docente che avete sfruttato,
per l’ intelligenza dei suoi insegnanti che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui volete sprofondarla ,
per la libertà che volete negarle ,
per la bocca che le volete tappare ,
per le ali che vorreste tagliarle,per tutto questo:
in piedi, Signori:

LA SCUOLA SI ALZA LA BUONASCUOLA SI CASSA!!

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl