Renzi: “Diamo alle scuole più potere e libertà. No a polemiche strumentali”

Tecnica_logo15

  La Tecnica della scuola   Martedì, 12 Maggio 2015.

Il premier in un’intervista a “Repubblica TV”, fa il punto sul Ddl “Buona Scuola”

Governo: Renzi con ministri Poletti e Giannini a Treviso

In un’intervista a “Repubblica TV”, il premier Matteo Renzi a tutto campo sulla scuola: “Siamo disponibili a discutere sulla riforma della buona scuola” e “siamo molto disponibili a discutere con i sindacati, oggi li vediamo alle 15 a palazzo Chigi”. E sulla polemica sulle frasi di Boschi sui sindacati smorza le polemiche: “Ma la scuola non funziona se è in mano solo ai sindacati, funziona se è di tutti, non facciamo divisioni politiche sulla pelle della scuola”. Renzi ribadisce i punti cardine su cui il governo ha puntato: “Noi diamo alle singole scuole più potere e libertà, autonomia che richiede che venga data la responsabilità in capo a qualcuno, perciò abbiamo dato tre poteri ai presidi: di scegliere i professori, di valutarli e di decidere i programmi ma se può dare serenità che sia il consiglio di istituto ad approvare l’offerta formativa, va bene, questo è un primo passo per ascoltare le critiche. Infine, ha concluso Renzi, “trovo paradossale che a fronte dei tagli degli anni scorsi noi diamo soldi in più e siamo contestati, vuol dire che non ci siamo spiegati bene”.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl