Riforma. Circa 7 docenti in più in ogni scuola dal 2015/16

Orizzonte_logo14

Lalla,  Orizzonte Scuola  21.5.2015.

setteC

La riforma della scuola ha come obiettivo l’incremento dell’organico, che servirà ad offrire agli studenti un’offerta formativa potenziata.

Le risorse umane sono quantificate in una media di 7 docenti in più ad istituto per i progetti e il potenziamento dell’offerta formativa. Non è ancora chiaro cosa si intende per istituto, ma probabilmente il complesso dell’organico, anche se afferisce ad ordini di scuola diversi o a indirizzi differenti per quanto riguarda la scuola secondaria.

Tali risorse fanno parte di quello che, a partire dall’a.s. 2015/16, si chiamerà organico dell’autonomia (garantito attraverso un piano straordinario di assunzioni di oltre 100.000 precari) con l’obiettivo di

  • coprire le cattedre vacanti
  • rispondere alle nuove esigenze didattiche, organizzative e progettuali
  • potenziare l’offerta formativa
  • combattere la dispersione scolastica
  • rendere la scuola più inclusiva
  • eliminare le supplenze più dannose, anno dopo anno, per la continuità della didattica.

L’organico dell’autonomia è composto da posti comuni, posti di sostegno e posti per il potenziamento dell’offerta formativa, che, dall’a.s. 2016-2017, sarà determinato con decreti interministeriali ogni tre anni, su base regionale.

Cosa faranno, concretamente questi insegnanti?

Contribuiranno al miglioramento dell’offerta formativa in base alle esigenze degli studenti e in linea con la necessità di orientarli al futuro.

E’ previsto il potenziamento delle competenze linguistiche: l’Italiano per gli studenti stranieri e l’Inglese per tutti (anche con materie generaliste insegnate in lingua).

Vengono potenziate poi: Arte, Musica, Diritto, Economia, Discipline motorie. Viene dato più spazio all’educazione ai corretti stili di vita e si guarda al domani attraverso lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti (pensiero computazionale, utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media).

Alle superiori, il curriculum diventa flessibile: le scuole attiveranno materie opzionali per rispondere alle esigenze dei loro ragazzi. Le competenze maturate dagli studenti, anche in ambito extra scolastico (volontariato, attività sportive, culturali, musicali), saranno inserite in un apposito curriculum digitale che conterrà informazioni utili per l’orientamento e l’inserimento nel mondo del lavoro.

Il personale della dotazione organica dell’autonomia sarà tenuto ad assicurare prioritariamente la copertura dei posti vacanti e disponibili (art. 8) e potrà essere utilizzato per la copertura di sup plenze temporanee fino a 10 giorni (art. 9);

Il dettaglio in Riforma. Organico di autonomia 15 giorni dopo approvazione legge, si corre verso le assunzioni di 100.701 insegnanti

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl