Riforma della scuola. Dopo le polemiche, la schiarita: il governo incontra i sindacati

Rai-News_logo2

Rai News, 11.5.2015

ITALIA TENSIONE TRA BOSCHI E I SINDACATI

L’appuntamento dalle 15 a Palazzo Chigi: al centro il ddl la Buona Scuola.

Renzi-Boschi3

Dopo tante polemiche, una schiarita. Il governo incontrerà i sindacati della scuola e anche i leader di Cgil, Cisl e Uil. Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo al tavolo con il ministro Stefania Giannini e per l’esecutivo anche i ministri Maria Elena Boschi, Marianna Madia, Graziano Delrio e il sottosegretario Claudio De Vincenti. In serata poi partiranno le convocazioni. Gli incontri, che hanno al centro il ddl La Buona Scuola, avverranno a partire dalle 15 a palazzo Chigi (sala Verde). Mercoledì 13 il Governo incontrerà anche le associazioni degli studenti e dei genitori. Tensione tra Boschi e i sindacati Intanto però la polemica tra Governo e sindacati non si placa. Al ministro Boschi il leader della Cgil aveva replicato in mattinata: “Questa sua idea che la scuola sarebbe proprietà del sindacato è tipica di un governo che non vuole fare i conti col Paese”. “Viene il sospetto – aggiunge – che tanta arroganza che il governo mette nel negare le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola sia il segno che in realtà siano loro a non avere un progetto”. “Non ho offeso nessuno” ha replicato il ministro delle riforme. “Spero che il clima torni disteso, per un confronto di merito equilibrato e civile. Noi ci siamo, pronti ad ascoltare e senza attaccare nessuno”. La protesta su Facebook Mentre il ministro Giannini ha ribadito che il ddl “porterà una rivoluzione educativa”. Molti insegnanti si sono attivati per protesta su Facebook: “Noi non voteremo più il Pd perché indignati dal ddl La Buona scuola”, scrivono sulla bacheca Facebook del presidente del Consiglio Matteo Renzi; il testo del messaggio è standard, i mittenti per lo più si dichiarano insegnanti ed “ex” elettori del Pd. Il ddl continua la sua corsa Il ddl licenziato dalla commissione Cultura, prima di arrivare in Aula, alla Camera (il 14) dovrà ancora superare alcuni esami, primo fra tutti quello della commissione Affari costituzionali (previsto per il primo pomeriggio di domani). Intanto, domani per le classi seconde delle scuole superiori torna l’annuale appuntamento con il test Invalsi e con il concomitante sciopero dei Cobas che da sempre osteggiano “la scuola-quiz”.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl