Riforma. Possibili modifiche ad albi territoriali. Ma docenti resteranno in balia di dirigenti e genitori

Orizzonte_logo14

  Orizzonte Scuola  22.4.2015

esami_prof3

Forse un passo indietro da parte del governo relativamente all’istituzione di albi territoriali per la chiamata nelle scuole da parte dei dirigenti scolastici.

Durante i due giorni di confronto interni al Partito Democratico sulla riforma della scuola, molti sono i punti che con molta probabilità subiranno delle modifiche.

Tra questi l’articolo 7 del DDL che prevede la possibilità da parte dei dirigenti di offrire incarichi ai docenti nelle scuole.

Uno degli articoli più criticati in assoluto sia da parte dei sindacati che dei singoli docenti ed associazioni. Pare, adesso, ci sia una apertura per delle “correzioni significative”, ci riferiscono le nostre fonti.

Una di queste possibili correzioni riguarda il coinvolgimento del Consiglio d’istituto. Non sappiamo ancora a che titolo, speriamo a breve di entrare in possesso degli emendamenti del Partito Democratico.

Una soluzione che non soddisfa. Tra le obiezioni avanzate nelle scorse settimane, quella che ha evidenziato come un rinnovamento triennale degli incarichi lasci il docente in balia di genitori eventualmente scontenti che potrebbero fare pressione sul dirigente per non rinnovare il contratto o al dirigente stesso.

Il passaggio delle competenze dal dirigente al Consiglio d’istituto o ad un affiancamento dell’organo collegiale al dirigente non cambierebbe di molto il problema.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl