Roadmap della riforma. Le immissioni in ruolo/2

tuttoscuola_logo14TuttoscuolaNews,  13.7.2015.

ruoli4

Dopo le prime fasi di avvio del reclutamento, illustrate nella notizia ‘Roadmap della riforma. Le immissioni in ruolo/1 http://www.tuttoscuola.com/cgi-local/disp.cgi?ID=36548’, secondo le tradizionali procedure, prende l’avvio il piano straordinario di assunzioni.

Fase 3 – Per il piano straordinario di assunzioni il Ministero aggiunge ai posti rimasti vacanti e disponibili e non ancora assegnati (i 10.849 individuati nella fase 2 ed altri eventuali), anche i 48.812 posti comuni e i 6.446 posti di potenziamento del sostegno indicati dalla Tabella 1 allegata alla legge.

Tra i posti comuni ve ne sono 18.133 per la scuola primaria, 7.206 per la scuola secondaria di I grado e 23.473 per quella di II grado.

I posti sono suddivisi per territorio regionale in base alla popolazione scolastica (90%) e a taluni parametri di criticità sociale (restante 10%).

Come si può rilevare, non sono indicati posti per la scuola dell’infanzia, in quanto una quota di posti, stimata in circa 23 mila unità, è stata accantonata per la riforma del sistema 0-6 anni che dovrà uscire da apposita norma legislativa delegata entro diciotto mesi dall’entrata in vigore della legge.

Per l’anno scolastico 2015/2016, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca è, altresì, autorizzato a coprire gli ulteriori posti di cui alla Tabella 1 allegata alla presente legge, ripartiti tra i gradi di istruzione della scuola primaria e secondaria e le tipologie di posto come indicato alla medesima Tabella, nonché tra le regioni in proporzione, per ciascun grado, alla popolazione scolastica delle scuole statali, tenuto altresì conto della presenza di aree montane o di piccole isole, di aree interne, a bassa densità demografica o a forte processo immigratorio, nonché di aree caratterizzate da elevati tassi di dispersione scolastica (comma 95, secondo periodo).

Fase 4 – Entro il 15 settembre 2015 vengono nominati in ruolo sui 10.849  i docenti iscritti nelle graduatorie dei concorsi per esami e titoli banditi nel 2012 e i docenti che risultano iscritti nelle GAE a pieno titolo al momento dell’entrata in vigore della legge. Le nomine seguono le consuete procedure previste dal Testo Unico sull’istruzione (d.lvo 297/94): 50% dei posti al concorso e 50% dei posti delle GAE. Va precisato inoltre che per tutte le assunzioni effettuate secondo le procedure del Testo Unico (50% e 50%) è prevista l’assegnazione ordinaria di sede come precisato dal comma 72.

Al piano straordinario di assunzioni si provvede secondo le modalità e le fasi, in ordine di sequenza, di seguito indicate:

a) i soggetti di cui al comma 96, lettere a) e b), sono assunti entro il 15 settembre 2015, nel limite dei posti vacanti e disponibili in organico di diritto di cui al primo periodo del comma 95, secondo le ordinarie procedure di cui all’articolo 399 del decreto legislativo 19 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, di competenza degli Uffici scolastici regionali (comma 98, lett. a)

Al personale docente assunto nell’anno scolastico 2015/2016 mediante le procedure di cui all’articolo 399 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, continuano ad applicarsi le disposizioni del medesimo decreto legislativo in merito all’attribuzione della sede durante l’anno di prova e alla successiva destinazione alla sede definitiva (comma 73, secondo periodo).

Fase 5 – Dopo queste fasi, cambiano le procedure di immissione in ruolo e di assegnazione della sede di servizio. Il Ministero pubblica nella Gazzetta Ufficiale un avviso che fissa termini e modalità con cui i docenti delle graduatorie di concorso e delle GAE potranno compilare la domanda di assunzione e indicare le province di preferenza. In base al comma 99 il numero delle province preferite varia da un minimo di 5 ad un massimo di tutte. Chi possiede il titolo di specializzazione per il sostegno deve indicare la preferenza tra posti di sostegno e posti comuni (comma 100).

È pubblicato un apposito avviso nella Gazzetta Ufficiale. Il medesimo avviso disciplina i termini e le modalità previste per le comunicazioni con i soggetti di cui al comma 95, incluse la domanda di assunzione e l’espressione delle preferenze, la proposta di assunzione, l’accettazione o la rinuncia. L’avviso stabilisce quali comunicazioni vengono effettuate attraverso l’uso della posta elettronica certificata ovvero l’uso, anche esclusivo, del sistema informativo, gestito dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, in deroga agli articoli 45, comma 2, e 65 del codice dell’amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni (comma 103).

Fase 6 – Completata la fase residuale di nomine secondo le consuete procedure e attivata l’indicazione delle preferenze per le province, si procede all’assunzione in ruolo dei docenti delle graduatorie dei concorsi e ad esaurimento sui posti risultanti ulteriormente vacanti e disponibili. Diversamente da quanto previsto dalle consuete procedure (50% concorso e 50% GAE), i posti vengono assegnatiprioritariamente agli iscritti nelle graduatorie dei concorsi e successivamente agli iscritti GAE, secondo il punteggio posseduto.

I nominati in ruolo vengono assegnati agli ambiti territoriali.

b) in deroga all’articolo 399 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, i soggetti di cui al comma 96, lettere a) e b), che non risultano destinatari della proposta di assunzione nella fase a), sono assunti, con decorrenza giuridica al primo settembre 2015, nel limite dei posti vacanti e disponibili in organico di diritto che residuano dopo la fase a), secondo la procedura nazionale di cui al comma 100 (comma 98, lett. b)

I soggetti interessati dalle fasi di cui al comma 98, lettere b) e c), se in possesso della relativa specializzazione, esprimono l’ordine di preferenza tra posti di sostegno e posti comuni. Esprimono, inoltre, l’ordine di preferenza tra 5 o più province, a livello nazionale, per cui intendono partecipare. In caso di indisponibilità sui posti per le province indicate, non si procede all’assunzione. All’assunzione si provvede scorrendo l’elenco di tutte le iscrizioni nelle graduatorie, dando priorità ai soggetti di cui al comma 96, lettera a), rispetto agli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento e, in subordine, in base al punteggio posseduto per ciascuna classe di concorso (comma 100)

Fase 7 – Esaurita questa fase, si procede all’assunzione dei docenti delle graduatorie dei concorsi e ad esaurimento sui posti indicati nella Tabella 1 (48.812 posti comuni e 6.446 posti di potenziamento del sostegno) con decorrenza giuridica 1° settembre 2015.

Anche in questo caso i posti vengono assegnati prioritariamente agli iscritti nelle graduatorie dei concorsi e successivamente agli iscritti GAE, anziché 50% concorso e 50% GAE, secondo il punteggio posseduto. I nominati in ruolo vengono assegnati agli ambiti territoriali.

c) in deroga all’articolo 399 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, i soggetti di cui al comma 96, lettere a) e b) che non risultano destinatari della proposta di assunzione nelle fasi a) o b), sono assunti, con decorrenza giuridica, al primo settembre 2015, nel limite dei posti di cui alla Tabella 1, secondo la procedura nazionale di, cui al comma 100 (comma 98, lett. c)

(continua)

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl