Sinistra Pd, segnali di disgelo sulla ‘Buona Scuola’

tuttoscuola_logo14

Tuttoscuola,  15.5.2015.

Buona-scuola_sciopero3

Mentre l’Aula della Camera esamina gli emendamenti al ddl scuola, nell’Emiciclo fervono le trattative tra la minoranza Pd e il Governo. Durante la lunghissima fase in cui i relatori hanno reso i pareri sugli emendamenti al secondo articolo del testo, nei pressi dei banchi del Governo c’è stato un lungo colloquio tra il ministro Stefania Giannini e il capogruppo uscente del Pd Roberto Speranza. La conversazione tra i due è durata a lungo, per interrompersi quando sono riprese le votazioni.

L’Aula ha fino ad ora approvato il primo articolo del ddl, relativo all’autonomia scolastica da attuare con la rimodulazione del monte ore annuale delle materie, il potenziamento del tempo scuola e la programmazione flessibile dell’orario complessivo che consentirà anche l’apertura pomeridiana degli istituti.

E se resta la contrarietà della Cgil (“non vi è traccia di un sistema duale efficace“, dice infatti SusannaCamusso), il premier Renzi può contare su segnali disgelo dalla minoranza Dem: “Mi sembra di capire – afferma Rosy Bindiche il governo qualche segnale lo dà e se posso dare un suggerimento direi di non farlo cadere, nè da una parte nè dall’altra“.

Resta sulle barricate l’ex premier Enrico Letta: “Ho l’impressione che si sia partiti con il piede sbagliato. La riforma deve essere fatta per bene, non bisogna fare una riforma tanto per dire di averla fatta“.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl