Storia di un’abilitazione perduta

GildaVenezia-FB_logo15

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO CON PIACERE

 di Michela Malusa, 13.5.2015


infanzia_3c

Il MIUR si arrende alle ragioni dei diplomati magistrali ante 2002 ed esegue senza indugi la sentenza del Consiglio di Stato che obbliga l’Amministrazione all’immediato inserimento in Graduatoria dei ricorrenti. È un iscritto ANIEF, infatti, il primo docente in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002 ad essere inserito immediatamente nelle Graduatoria a Esaurimento di interesse. Con la cautelare del CDS inizia l’ultima fase della grande vittoria dei diplomati magistrali ante 2002 e finisce un sopruso durato 15 anni, Il Consiglio di Stato con la sentenza che riapre la Gae ai diplomati magistrali, delibera infatti che: “non sembra, altresì, esservi dubbio alcuno che i diplomati magistrali con il titolo conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, al momento della trasformazione delle graduatorie da permanenti ad esaurimento, fossero già in possesso del titolo abilitante.
Il fatto che tale abilitazione sia stata riconosciuta soltanto nel 2014, a seguito della pronuncia del Consiglio di Stato, non può impedire che tale riconoscimento abbia effetti ai fini dell’inserimento nelle citate graduatorie riservate ai docenti abilitati in quanto tali.
Conseguentemente, risulta valida la stessa presentazione delle citate domande di inserimento presentate nei termini che decorrono dalla effettiva conoscenza, da parte dei ricorrenti originari, della lesività dell’atto impugnato.
Risulta, altresì, fondata la pretesa allo stesso inserimento nella terza fascia, delle medesime graduatorie, la stessa fascia in cui gli attuali appellanti avrebbero dovuto essere inseriti qualora il titolo abilitante fosse stato loro riconosciuto in precedenza dal Ministero il quale, anche dopo il riconoscimento, ha però singolarmente continuato a non riconoscerlo per l’iscrizione in tali graduatorie e lo ha riconosciuto soltanto ai fini dell’iscrizione nelle graduatorie d’istituto valide per il conferimento delle supplenze brevi e non per l’assunzione a tempo indeterminato.
In tal senso, i criteri fissati dal decreto ministeriale n. 235/2014, nella parte in cui hanno precluso ai docenti muniti del diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, l’inserimento nelle graduatorie provinciali permanenti ora ad esaurimento, sono illegittimi e vanno annullati.”
Quindi è senza dubbio che tutti i diplomati magistrali ante 2002 hanno diritto all’inserimento immediato in Gae. Il Miur sarà costretto ad eseguire la sentenza se non vorrà essere sepolto da ulteriori ricorsi.
Probabilmente dopo gli incontri dei giorni scorsi, anche il Governo si è reso conto che è impossibile impedire l’applicazione di una sentenza del Consiglio di Stato. Mantenendo il Ddl nella bozza originale si sarebbero eliminate, infatti, le Graduatorie strapiene di aventi diritto all’immissione in ruolo, il governo ha dunque deciso di tenere in piedi le Gae per primarie e continuare ad attingere per i ruoli al 50% (doppio canale) secondo noi diplomati magistrali invece sarebbe giusto assorbire immediatamente tutti i DM ante 2002 in ruolo con ruolo giuridico al 1 settembre 2015, sia perchè abbiamo aspettato abbastanza, sia per dare garanzia di assunzione in breve tempo, nel frattempo ci domandiamo anche chi pagherà per questo sopruso? Chi sono i responsabili della disabilitazione dei DM? Come verrà risarcito il tempo perduto? Chi pagherà i danni morali psicologici e monetari?
Da indiscrezioni trapelate dai corridoi di viale Trastevere, sembrerebbe che alti papaveri del MIUR, nella mattinata odierna (12 maggio 2015) abbiano assunto la decisione di muoversi verso l’apertura delle Graduatorie ad Esaurimento ai diplomati magistrale. Forse per i centinaia di ricorsi al Consiglio di Stato o per quelli paventati che fioccheranno davanti ai Giudici del Lavoro e vedrebbero di sicuro il ministero soccombente in giudizio? O per l’imminente decisione del Presidente della Repubblica che potrebbe “de plano” estendere “Erga Omnes” il diritto d’ingresso in GaE a tutti i diplomati magistrale entro il 2001/2002 (visto il suo DPR 03/2014 che riconosce il titolo quale abilitante a tutti gli effetti di Legge) Certo, se confermata, sarebbe veramente una bella notizia per le migliaia di precari di seconda fascia della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria che lavorano da decenni con dedizione ed impegno in questi due importantissimi e fondamentali ordini di Scuola. Infatti, con le prossime immissioni si spalancherebbero le porte del ruolo per molti di loro.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl